Articoli: Scienza

La memoria resta viva anche in provetta

  Autore: n/a

  domenica 24 gennaio 2010 ore: 00:00:00 - letto [ 3451 ]

memoria_provetta.jpg,

La ricerca in questione proviene dagli USA e più precisamente dal Case Western Reserve University di Cleveland (Ohio) ed è stata pubblicata sulla rivista online della rivista Nature Neuroscience. Sono stati archiviati i ricordi in frammenti di tessuto presi dal cervello di un ratto e successivamente stabilizzati. in una provetta. In questo modo si sono potuti individuare i circuiti che controllano la memoria a breve termine.

La memoria a breve termine, trattiene informazioni elementari, come ad esempio un numero da ricordare, per un massimo di 20 secondi.

Tra i tipi di memoria fino ad oggi classificati, gli altri due lo ricordiamo sono:
la memoria a lungo termine che ci permette di ricordare gli eventi come ad esempio un matrimonio
e la memoria procedurale, che poi è la memoria che ci permette di automatizzare i movimenti del corpo senza quasi rendercene conto, come ad esempio guidare una macchina.

Ben Strowbridge e Phillip Larimer, i ricercatori che hanno permesso questo risultato hanno condotto esami sui pazienti affetti da 'epilessia, i quali hanno dei problemi di memoria dovuti ai danni subiti da cellule nervose chiamate astrociti, situate nell'ippocampo. Proprio queste cellule sono state oggetto di studio dei due ricercatori, e si è potuto vedere come queste cellule riescono ad avere una normale attività elettrica anche nei frammenti di tessuto prelevati dal cervello.

Stimolando poi con degli elettrodi il tessuto cerebrale hanno visto che le cellule nervose in provetta conservavano la memoria per un periodo di circa 10 secondi, quindi simile a quanto accade con la memoria a breve termine.Strowbridge ha dichiarato: «È la prima volta che sono state immagazzinate informazioni in frammenti attivi del tessuto cerebrale di un mammifero. Probabilmente non è un caso che siamo riusciti a dimostrare questo effetto nell'ippocampo, la regione cerebrale più associata con la memoria umana».



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.ilmessaggero.it/articolo...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms