Articoli: Salute

Mappa flora batterica, è personalizzata

  Autore: n/a

  sabato 28 novembre 2009 ore: 00:00:00 - letto [ 3927 ]

flora_batterica.jpg,

Mappa tracciata dal dipartimento di Chimica dell'Università del Colorado

Ognuno ha il proprio: il corredo di batteri che colonizzano la pelle del corpo umano è 'personalizzato' e cambia a secondo del tempo e dello spazio. La mappa umana della biodiversità batterica tracciata da Elizabeth Costello del dipartimento di Chimica dell'università del Colorado e pubblicata su Science, servirà a rivelare in che modo la grande varietà dei batteri che abitano nell'uomo può provocare o prevenire problemi di salute.

Gli scienziati americani hanno monitorato alcune zone dell'organismo (bocca, narici, capelli e 18 punti della pelle) in soggetti adulti sani per almeno quattro mesi. Hanno individuato così 22 "famiglie". La più numerosa è quella degli actinobatteri (36,6%), seguiti dai firmicutes (34,3%) e dai proteobatteri (11,9%). Gli habitat nei quali si stabiliscono possono variare molto facilmente, ma i più gettonati sono capelli, narici, palmo della mano, dito indice e pianta dei piedi, che ospitano ogni giorno tipi diversi di batteri. Più sedentari, invece, gli inquilini della bocca. Ognuno degli habitat può ospitare colonie di dimensioni molto diverse: le più popolose si trovano nella bocca, la pelle é invece meno popolata. Gli scienziati hanno infine dimostrato che i fattori ambientali (zone della pelle più grasse e ricche di sebo o più secche) giocano un ruolo importante nella formazione di queste colonie di microorganismi.

I più insediati su fronte, naso, orecchie sono i propionibatteri, che prediligono habitat grassi. Su gambe e braccia, invece, si fissa lo stafilococco, che preferisce habitat più asciutti. Per evidenziare l'importanza dei fattori ambientali nella colonizzazione del corpo umano, gli esperti hanno trapiantato colonie di batteri caratteristici di un habitat in un altro, dimostrando che i microbi di un luogo asciutto come l'avambraccio non crescono bene sulla fronte, ma quelli amanti dell'umidità della fronte si adattano più facilmente se costretti a 'traslocare' nell'avambraccio.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.ansa.it/web/notizie/rubr...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms