Articoli: Scienza

Un astronomo britannico difende l'astrologia

  Autore: n/a

  domenica 17 dicembre 2006 ore: 00:00:00 - letto [ 3926 ]

zodiac[1].gif,

Il ricercatore, che scatena attacco frontale all'ortodossia accademica che da sempre considera l'astrologia una pseudo-scienza, sostiene che i pianeti influenzano la vita che sta per nascere

Dopo essere stata confinata per secoli nell'anticamera della scienza, l'astrologia tenta di prensersi una rivincita: un astronomo britannico sostiene che i pianeti del Sistema Solare esercitano un'influenza sulla vita dell'uomo, o meglio sulla crescita degli embrioni.

La controversa teoria, destinata a creare un vespaio di polemiche, è stata presentata da Percy Seymour nel suo ultimo libro, 'The Scientific Proof of Astrology' (la prova scientifica dell'astrologia'). Lo studioso inglese, in passato docente di astronomia e astrofisica all'Università di Plymouth, sostiene che il movimento del Sole e dei pianeti in generale condiziona in maniera sensibile il cervello dei nascituri.

Si tratta di un attacco frontale all'ortodossia accademica, che da sempre considera l'astrologia una pseudo-scienza, priva di qualsiasi serio fondamento. Ma Seymour, che ha lavorato anche come ricercatore presso il Royal Observatory di Greenwich a Londra, non sembra preoccuparsi degli attacchi dei suoi colleghi e pur ammettendo di non interessarsi agli oroscopi, crede che il cervello umano possa essere influenzato dal campo magnetico della Terra, soprattutto durante la fase nella placenta.

Il magnetismo terrestre, spiega lo studioso, è a sua volta condizionato dall'interazione con altri pianeti, come il Sole, la Luna, Giove e Venere. 'Questo significa che l'intero Sistema Solare suona una sorta di sinfonia sul campo magnetico terrestre - ha dichiarato Seymour -, e tutti noi siamo geneticamente portati a ricevere differenti melodie di questa sinfonia'.

La sua rivalutazione dell'astrologia ha già suscitato le prime reazioni polemiche di eminenti scienziati, che non condividono l'idea secondo cui la vita degli esseri umani possa dipendere in alcun modo dagli astri. Sir Martin Rees, astronomo reale, l'ha definita 'assurda' prima di aggiungere: 'Non c'è spazio per l'astrologia nel nostro modo scientifico di vedere il mondo. Per di più la pretesa di prevedere il futuro non ha alcun senso'. Gli ha fatto eco Seth Shostak, uno dei più celebri astronomi statunitensi: si tratta di una teoria 'senza senso', ha detto.

'Qui sulla Terra, il campo magnetico di Giove è circa tre milioni di volte più debole di quello terrestre. C'è una maggior carica di magnetismo nella luce o nella lavastoviglie', ha risposto Shostak. Anche il noto astrofisico inglese Stephen Hawking, professore a Cambridge, ha respinto l'idea.

Ma se, come largamente prevedibile, le idee di Seymour hanno riscosso il plauso degli astrologi, anche qualche esponente del mondo accademico ha mostrato segni di interesse verso il nuovo studio, come Richard Dawkins, docente di Oxford.
Nella classifica 2004 dei più ricchi della Gran Bretagna - stilata dal Sunday Times - non era passato inosservato come alcuni segni zodiacali (i gemelli sopra tutti) fossero più rappresentati di altri (i pesci), come se esistesse una misteriosa affinità tra la capacità di produrre ricchezza e il mese di nascita. Nessuna novità se si pensa che solo qualche anno fa l'allora primo ministro Margareth Thatcher aveva dichiarato: 'Sono nata sotto il segno della bilancia, significa che sono una persona equilibrata'.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link


http://newton.corriere.it/PrimoPian...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms