Articoli: Scienza

Energia e materia oscura potrebbero essere una unica forza

  Autore: n/a

  domenica 17 dicembre 2006 ore: 00:00:00 - letto [ 4468 ]

energia.jpg,

E' l'ipotesi avanzata dal fisico teorico Robert Scherrer, della Vanderbilt University, in un articolo pubblicato on line dalla rivista internazionale Physical Review Letters

Energia oscura e materia oscura potrebbero essere diversi aspetti di un'unica forza, ancora sconosciuta. Da alcuni decenni ormai gli astrofisici hanno scoperto che la materia visibile è soltanto una piccola parte della materia realmente presente nell'Universo. Quest'ultimo sarebbe composto quasi completamente dalla cosiddetta materia oscura, ossia materia invisibile la cui natura non è ancora nota, e dall' energia invisibile. Nessuna delle due è mai stata osservata direttamente, ma solo attraverso l'effetto gravitazionale prodotto sulla materia visibile e sull'energia convenzionale.

Secondo il modello proposto dal ricercatore americano, l'Universo sarebbe pieno di un fluido invisibile che esercita una pressione sulla materia ordinaria e che modifica il modo in cui l'Universo si espande. Secondo Scherrer il suo modello è l'unico, finora, a permettere di unificare senza problemi energia oscura e materia oscura.

Gli astrofisici cominciarono a formulare l'ipotesi della materia oscura negli anni '70 per spiegare i movimenti delle galassie. Sulla base di queste prime osservazioni, stimarono che la materia oscura dovesse essere circa 10 volte più abbondante della materia visibile. Secondo le ipotesi più recenti a costituire la materia oscura è un nuovo tipo di particelle (chiamate Wimp Weakly Interacting Massive Particles), che non emettono luce e interagiscono molto debolmente con la materia. Tuttavia nessuno è ancora riuscito ad osservarle.

L'ipotesi dell'energia oscura è di venti anni più recente e si riferisce ad una forza repulsiva che sembra sconvolgere l'Universo. Gli astrofisici hanno cominciato a servirsi di questa ipotesi per spiegare che l'Universo si sta espandendo ad un ritmo sempre più veloce. Secondo le stime più recenti l'energia oscura costituirebbe il 75% dell'Universo e la materia oscura il 23%, mentre la materia e l'energia a noi familiari, prese insieme, non rappresenterebbero che il 2%.

Il modello di unificazione proposto da Scherrer si basa su una nuova idea del concetto fisico di campo scalare, ossia di una quantità fisica dotata di energia e pressione che si diffonde nello spazio. Secondo questo nuovo concetto esistono campi scalari in grado di modificare il loro comportamento nel tempo. Ad esempio, possono evolversi in modo da comportarsi come se fossero composti da particelle invisibili (quindi in modo simile alla materia oscura) e poi possono espandersi uniformemente nello spazio (come l'energia oscura).



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link


http://newton.corriere.it/PrimoPian...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms