Articoli: Scienza

raggio traente attira e fa tornare indietro gli oggetti

  Autore: Paolo Virtuani

  venerdì 10 ottobre 2014 ore: 00:00:00 - letto [ 680 ]

raggio_traente.JPG,

Nei film di fantascienza c’è sempre un «raggio traente» che sposta gli oggetti da un posto all’altro, tipo disco volante che «risucchia» i terrestri ignari o nella saga di Star Trek. Scienziati australiani sono riusciti a creare qualcosa del genere, che al momento funziona solo su superfici bidimensionali, come la superficie dell’acqua. Il loro lavoro è stato da poco pubblicato su Nature Physics.

Onde che fanno tornare gli oggetti
Si tratta di onde generate sulla superficie dell’acqua che, a differenza delle onde «tradizionali» che fanno spostare gli oggetti galleggianti nella stessa direzione di propagazione delle onde, li sposta in direzione opposta. L’effetto è stato ottenuto facendo oscillare una sbarra cilindrica (come si vede nell’immagine di apertura) che ha prodotto una serie di vortici orizzontali sulla superficie dell’acqua che gli autori dello studio hanno denominato «pompa stocastica». Le particelle in questo modo possono muoversi solo di lato. Per compensare il flusso del fluido che si muove perpendicolarmente alla sbarra che crea le onde, in superficie si forma un corrente che torna indietro verso la sbarra e riporta le particelle al punto di partenza. È quello che gli autori della ricerca hanno chiamato water surface tractor beam (ossia raggio traente superficiale dell’acqua).

Sviluppi
Secondo gli scienziati australiani, questa scoperta può aprire nuovi orizzonti nella manipolazione di oggetti galleggianti. Per esempio potrà essere utile per raccogliere frammenti o sostanze inquinanti sversate in mare. Ora stanno mettendo a punto esperimenti su scala maggiore per verificare la fattibilità di impieghi in acque aperte.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.corriere.it/scienze/14_a...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms