Articoli: Salute

Albume, il bianco dell’uovo, contiene una proteina che sarebbe in grado di favorire l’abbassamento della pressione arteriosa

  Autore: n/a

  mercoledì 10 aprile 2013 ore: 00:00:00 - letto [ 2845 ]

uovo1.jpg,

Sull’uovo, da sempre, i pareri sono discordi.
Un tempo si osannava, poi è arrivata la notizia che conteneva colesterolo e allora… Poi, ancora una volta, qualcuno ha smentito che l’uovo potesse far male… in una diatriba che pare non avere fine.
Oggi, un altro studio, suggerisce che il bianco dell’uovo – l’albume – contiene una proteina che favorisce l’abbassamento della pressione arteriosa, e sarebbe dunque utile in caso di ipertensione.

Per chi è preoccupato del colesterolo, visto che non si parla del rosso – il tuorlo – non dovrebbero esserci problemi. Per chi poi non si fa di questi problemi, può sempre prendere a esempio la “nonna” Emma Morano, di 113 anni compiuti, ha dichiarato di mangiare 3 uova al giorno da quando era ragazza – come le consigliò all’epoca il suo medico. E, la nonnina, è in ottima forma.

Chiarito questo, passiamo allo studio: i ricercatori della Clemson University e della Jilin University, hanno presentato il loro lavoro al 245th National Meeting & Exposition of the American Chemical Society (ACS) che si tiene dal 7 all’11 aprile 2013 a New Orleans.
Il dottor Zhipeng Yu e colleghi hanno scoperto che un peptide contenuto nell’albume possiede la capacità di bloccare l’azione dell’ACE, l’enzima di conversione dell’angiosteina che si ritiene coinvolto nell’aumento della pressione sanguigna.

«La nostra ricerca – ha spiegato nel comunicato ACS il dottor Zhipeng Yu – suggerisce che ci può essere un altro motivo per chiamarlo “l’incredibile uovo”. Abbiamo le prove di laboratorio che una sostanza contenuta nel bianco d’uovo (un peptide, uno dei mattoni delle proteine) riduce la pressione sanguigna più o meno quanto una bassa dose di Captopril, un farmaco contro la pressione sanguigna alta».

Yu e colleghi, per questo studio, hanno utilizzato un peptide chiamato RVPSL. Gli esami condotti hanno permesso agli scienziati di scoprire che la sostanza è un inibitore dell’enzima di conversione dell’angiotensina (ACE inibitore), al pari della famiglia di farmaci che comprende Captopril, Vasotec e Monopril. Il peptide, in sostanza, al pari dei farmaci per l’ipertensione possiede la potente capacità di inibire o bloccare l’azione di ACE, una sostanza prodotta dal corpo che aumenta la pressione sanguigna.

I test condotti su modello animale hanno dato risultati positivi, rivelando come l’RVPSL non presentasse apparenti effetti tossici e abbassasse la pressione sanguigna in misura analoga a basse dosi di farmaco.
«I nostri risultati supportano e migliorano precedenti risultati su questo argomento – ha sottolineato Yu – Sono stati abbastanza promettenti per andare avanti con ulteriori ricerche sugli effetti del peptide dell’albume sulla salute umana».
I risultarti completi dello studio sono stati pubblicati sulla rivista dell’ACS, Journal of Agricultural and Food Chemistry.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.lastampa.it/2013/04/10/s...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms