Articoli: Cultura

Realizzato un Atlante della biodiversità delle specie che vivono nei fondali dell'Antartide, dalle spugne ai crostacei, ai molluschi

  Autore: n/a

  mercoledì 27 febbraio 2013 ore: 00:00:00 - letto [ 1764 ]

antartico.jpg,

È stato realizzato un Atlante della biodiversità delle specie che vivono nei fondali dell'Antartide, dalle spugne ai crostacei, ai molluschi. Pubblicato sulla rivista Nature Conservation, è stato messo a punto da un gruppo coordinato dal tedesco Julian Gutt, del centro per le ricerche polari e marine dell'Istituto Alfred Wegener.

La ricerca descrive specie catalogate nel corso di circa 90 spedizioni organizzate nel continente dal 1956 a oggi e costituisce una base per pianificare future attività. Secondo gli autori, sarà ''un utile strumento'' per le ricerche relative alla biodiversità e per mettere a punto attività di conservazione per le specie che vivono sui fondali oceanici dell'Antartide.

Lo studio si è concentrato sugli organismi visibili a occhio nudo che vivono vicino o sui fondali marini (chiamati comunità macrobentonica), come echinodermi, spugne, ascidie e crostacei. Le specie censite vivono nell'Oceano Meridionale che circonda l'Antartide. La maggior parte delle informazioni provengono da aree su cui si affaccia la piattaforma di tutto il continente antartico e sono relative a specie censite fino alla profondità di 800 metri.

''Il risultato più importante di questo lavoro – osserva Gutt - è che i dati raccolti nel corso degli anni e da diverse istituzioni ora, non solo, sono liberamente disponibili per chiunque ma anche descritti in modo completo per facilitare il loro utilizzo''. Il lavoro, prosegue, ''è sicuramente un ottimo approccio che moltiplica l'effetto di fondi e sforzi spesi da generazioni di ricercatori''. Il censimento delle specie dei fondali sarà anche usato per compilare un atlante completo delle specie che popolano l'Oceano Meridionale, la cui presentazione è in programma nel luglio 2013 a Barcellona.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.ansa.it/scienza/notizie/...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms