Articoli: Tecnologia

Black Hornet, Il micro drone al servizio di Sua Maestà

  Autore: Alfonso Maruccia

  giovedì 7 febbraio 2013 ore: 00:00:00 - letto [ 2060 ]

blackhornet_drone.jpg,

L'esercito britannico ha schierato una nuova unità nei plotoni impegnati a combattere in Afghanistan, un drone volante comandato da remoto di dimensioni a dir poco ridotte
Roma - Si chiama Black Hornet ed è l'ultima aggiunta alle armi a disposizione dei soldati britannici in Afghanistan. Più che un'arma, in realtà, il calabrone in oggetto è un drone volante comandato da remoto, una spia discreta e di piccole dimensioni pensato per l'accoppiamento con un singolo soldato.

Realizzato dalla società norvegese Prox Dynamics per un contratto da 4 milioni di dollari, Black Hornet pesa appena 16 grammi e misura poco più di 10 centimetri di lunghezza: poco spazio per le armi (non presenti), ma sufficiente a ospitare una videocamera direzionabile che cattura un flusso video in tempo reale e lo spedisce al soldato che controlla l'UAV.

Tale controllo prevede l'utilizzo di un dispositivo non più grande di una console videoludica portatile con schermo: sta al soldato la responsabilità di dirigere i due rotori di Black Hornet per infilare la piccola spia negli angoli più angusti e pericolosi prima del passaggio delle truppe.

Nelle parole di chi lo ha già messo all'opera in Afghanistan, infatti, il micro-drone è utilissimo per "cercare le postazioni di fuoco degli insorgenti e controllare le zone esposte sul terreno prima di passarci".

Ma non è solo l'esercito britannico a puntare sulla robotica sul campo di battaglia. La strategia di un uso massiccio di droni in funzione di meno truppe schierate sul campo è stata confermata anche dalla nuova amministrazione Obama.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

fonte
http://punto-informatico.it/3710952...

Youtube



video sequenza fotografica:








 

® Copyright 2005 - 2018 - SITO MBGraphicsFilms