Articoli: Natura

Microbi comuni sopravvivono anche a situazioni estreme

  Autore: n/a

  venerdì 15 dicembre 2006 ore: 00:00:00 - letto [ 3514 ]

batteri[1].jpg,

Recenti esperimenti hanno dimostrato che vari microrganismi sono in grado di sopportare condizioni incredibilmente gravose e che la vita può esistere anche dove potrebbe apparire impossibile.

Fino ad ora gli scienziati pensavano che solo pochissimi organismi ultra specializzati potessero vivere in ambienti apparentemente intollerabili come i pozzi idrotermali ad alta temperatura e alta pressione sul fondo degli oceani o le calotte polari.

Uno studio pubblicato sul numero di Science del 22 febbraio a cura di Anurag Sharma e James Scott della fondazione Carnegie di Washington illustra invece come anche i comuni batteri siano in grado di sopportare pressioni incredibilmente elevate, come quelle chi si hanno a 50 chilometri di profondità nella crosta terrestre, dell'ordine di 16000 bar (cioè di 16000 atmosfere, usando le vecchie unità di misura).

Questa incredibile scoperta allarga enormemente il campo di ricerca per quanto riguarda la vita nello spazio e addirittura potrebbe aprire nuovi orizzonti nello studio della formazione della vita stessa sulla terra. Sharma è un geochimico e Scott un microbiologo e proprio la diversa formazione di questi ricercatori e la loro decisione di verificare ogni strada partendo da zero hanno portato a questi sensazionali risultati.

Il loro lavoro è stato finanziato dall'istituto di astrobiologia della NASA. Molti batteri svolgono i loro processi metabolici in assenza di ossigeno ed è stato proprio osservando questa loro attività in condizioni appositamente create in laboratorio che il team condotto dai due scienziati ha potuto constatare l'incredibile resistenza alla pressione di questi microrganismi.

Lo studio sembra indicare che la vita potrebbe esistere anche in (o sotto) superfici ghiacciate, come quelle che si incontrano sui pianetini e sui satelliti dei pianeti maggiori del sistema solare e molto al di sotto della superficie terrestre. Le ricerche proseguono con l'obiettivo di capire in quale modo i microrganismi siano in grado di sopportare queste condizioni estreme.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link


http://newton.corriere.it/PrimoPian...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms