Articoli: Scienza

La pornografia su Internet puo' interferire con la memoria a breve termine

  Autore: n/a

  domenica 16 dicembre 2012 ore: 00:00:00 - letto [ 2564 ]

pornografia.jpg,

Anche se alcune persone trovano il porno divertente, non necessariamente riescono a ricordare quello che hanno visto. Questo perche' la pornografia su Internet puo' interferire con la memoria a breve termine. A scoprirlo e' stato uno studio dell'Universita' di Duisburg-Essen in Germania, pubblicato sulla rivista Journal of Sex Research.

Lo studio e' il primo a esaminare l'influenza delle immagini pornografiche sulla memoria di lavoro, cioe' su quella che permette in particolare di immagazzinare le informazioni nella mente e che e' fondamentale per la comprensione, il ragionamento, il problem solving e il decision making. Per arrivare a queste conclusioni i ricercatori tedeschi hanno chiesto a 28 uomini, tutti eterosessuali e con una media di 26 anni di eta', di guardare una serie di immagini al computer.

Alcune immagini erano pornografiche e altre no. Le immagini non sessuali rappresentavano persone impegnate in una serie di attivita', come ridere, fare sport o in possesso di un'arma. Mentre i volontari vedevano le immagini dovevano indicare con un "si'" o con un "no" se l'immagine che vedevano era la stessa di quella vista in quattro diapositive precedenti. Ebbene, dai risultati e' emerso che gli uomini hanno dato un numero significativamente elevato di risposte errate quando hanno visto immagini porno rispetto a quelli che hanno visto immagini non sessuali. In media, i soggetti hanno risposto correttamente nel 67 per cento delle volte in cui sono state osservate immagini pornografiche, e nell'80 per cento delle volte che hanno visto immagini non sessuali. I ricordi delle immagini porno erano piu' scarsi, nonostante gli uomini hanno riconosciuto di sentire livelli piu' alti di eccitazione sessuale e il bisogno maggiore di masturbarsi. "L'eccitazione sessuale interferisce con la memoria di lavoro ", ha detto Christian Laier e Matthias Brand, principali autori dello studio.

Secondo i ricercatori, questi risultati potrebbero aiutare gli psicologi a capire perche' alcune persone affetti da dipendenza da pornografia su Internet dimenticano di dormire, mancano agli appuntamenti, si sottraggono alle responsabilita' di lavoro e sono negligenti nelle relazioni.
"L'eccitazione sessuale e il suo impatto sui processi cognitivi potrebbero spiegare parte di questi effetti negativi", hanno scritto i ricercatori. (AGI) .



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.agi.it/cronaca/notizie/2...








 

Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms