Articoli: Salute

Bambini più sani se c'è un cane in giardino, i neonati che vivono in casa con i quattrozampe hanno circa un terzo di probabilità in più di non ammalarsi

  Autore: Simona Regina

  giovedì 6 dicembre 2012 ore: 00:00:00 - letto [ 2746 ]

bambino_e_cane.jpg,

Bambini più sani se, fin dalla più tenera età, vivono in compagnia degli amici a quattro zampe. Per lo meno questo è emerso da una ricerca coordinata dal Kuopio University Hospital, in Finlandia, e pubblicata sulla rivista Pediatrics. A quanto pare, infatti, i neonati che vivono in casa con i cani hanno circa un terzo di probabilità in più di non ammalarsi: meno raffreddori, meno infezioni all'orecchio e di conseguenza minor uso di antibiotici.

LO STUDIO – I ricercatori finlandesi, guidati dal pediatra Eija Bergroth, hanno studiato l'effetto del coabitare con cani e gatti sulla frequenza di infezioni respiratorie durante il primo anno di vita di 397 bambini - tutti nati nella parte orientale o centrale della Finlandia tra il 2002 e il 2005 – monitorandoli dal terzo trimestre di gravidanza fino alla prima candelina. Ogni settimana i genitori hanno compilato dei diari annotando informazioni dettagliate sui contatti con gli animali domestici e sullo stato di salute dei propri figli. Al compimento del primo anno di età, poi, hanno risposto a un questionario. Risultati alla mano, il cane non è solo il miglior amico dell’uomo ma anche un toccasana per la salute dei più piccoli. Infatti i bambini nelle cui case scodinzola un cane risultano più sani: in particolare, hanno manifestato meno sintomi o infezioni del tratto respiratorio (inferiori del 31%), hanno avuto meno frequentemente l'otite (del 44%) e hanno avuto bisogno di un minor numero di cicli di antibiotici.

«I nostri risultati supportano la teoria secondo la quale, durante il primo anno di vita, i contatti tra bambini e animali sono importanti, perché possono indurre una migliore resistenza alle malattie infettive respiratorie durante l'infanzia» commenta Bergroth.

IPOTESI DEL MICROBIOMA – Il rischio di infezioni sembra ulteriormente più basso se l’amico a quattro zampe è abituato a trascorrere molto tempo all’aperto. «È plausibile ipotizzare - continua infatti il medico finlandese - che se il cane è spesso fuori casa, si sporchi di più e, inevitabilmente rientrando, introduca nell’ambiente domestico più microbi che finiscono, in qualche modo, con lo stimolare il sistema immunitario del bambino». Insomma, essere esposti precocemente ai microbi e ai batteri veicolati dal cane favorirebbe uno sviluppo più veloce del sistema immunitario. Ipotesi avanzata anche da precedenti ricerche. Inoltre, secondo uno studio pubblicato sull’European Respiratory Journal dal Centro di ricerche nazionale per la salute ambientale di Monaco, coabitare con i cani allenerebbe il sistema immunitario dei bambini riducendo, di conseguenza, anche il rischio di sviluppare allergie. «Ci vuole cautela però nell’interpretare questi risultati - avverte Luciana Indinnimeo, presidente della Società Italiana di Allergologia ed Immunologia Pediatrica, affiliata alla Società Italiana di Pediatria -. Si tratta di studi epidemiologi osservazionali: si osserva un fenomeno e si riscontrano dei risultati. Interessanti, ma non conclusivi: non è ancora chiaro infatti cosa succeda a livello immunitario. L’ipotesi più plausibile è che aumenti la competenza immunitaria, ma l’argomento è ancora molto dibattuto». Insomma, se da un lato è ormai noto l’effetto benefico (anche psicologico) della pet therapy per i bambini che hanno malattie croniche, dall’altro non possiamo dare per scontato il beneficio del vivere a stretto contatto con cani e gatti sull’aumento delle competenze immunitarie.

«La compagnia dei cani è meravigliosa - conclude la professoressa di pediatria all’Università di Roma 1 - ma non possiamo affermare di aver trovato la soluzione definitiva per ridurre in maniera significativa le infezioni respiratorie nei bambini».



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.corriere.it/salute/pedia...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms