Articoli: Scienza

Quarantunomila anni fa, il campo magnetico terrestre subì un forte calo, fino lasciare la terra senza protezione dal bombardamento dei raggi cosmici

  Autore: n/a

  martedì 27 novembre 2012 ore: 00:00:00 - letto [ 3218 ]

campo_magnetico.png,

Quarantunomila anni fa, il campo magnetico terrestre si affievoli' notevolmente, fin quasi a lasciare la terra senza protezione dal bombardamento dei raggi cosmici. A dirlo, una ricerca del Centre de recherche et d'enseignement de geosciences de l'environnement (CEREGE, CNRS/Aix-Marseille Universite'/IRD/College de France) pubblicata sulla rivista Journal of Geophysical Research.

Gli scienziati hanno trovato tracce di questo fenomeno in alcuni campioni di sedimenti oceanici in cui e' stata misurata la concentrazione di berillio 10, un isotopo radioattivo prodotto dall'azione delle particelle cosmiche sull'ossigeno e/o sull'azoto. Nei campioni prelevati a largo del Portogallo e della Papua Nuova Guinea, gli scienziati hanno trovato un eccesso di berillio 10: una quantita' doppia di quella normale che probabilmente riflette l'intenso bombardamento di particelle cosmiche subito dalla Terra per millenni. In particolare, per circa 3mila anni il campo magnetico terrestre avrebbe perso circa il 30 per cento della sua forza.

I raggi cosmici ad alta energia possono causare mutazione e danni cellulari, con conseguenze molto importanti sulla biodiversita' delle specie animali, inclusa quella umana.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.agi.it/estero/notizie/20...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms