Articoli: Salute

Problemi, più sono difficili è più si risolvono se ci si “dorme sopra”

  Autore: n/a

  martedì 16 ottobre 2012 ore: 00:00:00 - letto [ 2568 ]

dormire.jpg,

I problemi, più sono difficili è più si risolvono se ci si “dorme sopra” anziché pensare a una soluzione. Lo studio
Hai un problema? Non dormirci sopra, si usa dire.
Invece, un nuovo studio dimostra che dormirci sopra può essere una buona idea perché aiuterebbe proprio a risolvere i problemi – specie quelli più difficili. E più difficili sono, meglio è.

A mettere sottosopra la credenza che dormire – letteralmente – sopra ai problemi non sia cosa buona sono stati i ricercatori Ut Na Sio, Padraic Monaghan e Tom Ormerod del Centre for Research in Human Development and Learning del Lancaster’s Department of Psychology presso la Lancaster University, i quali hanno scoperto come dormire in caso di un problema aiuti le persone a trovare una soluzione.

I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Memory & Cognition e riportano come gli scienziati abbiano voluto capire se per risolvere un problema funzionava meglio cercare una soluzione da svegli o dormirci su. Per valutare la differenza i ricercatori hanno coinvolto 61 soggetti, di cui 27 uomini e 34 donne. I partecipanti sono poi stati suddivisi a caso in tre gruppi, invitati poi a cercare di risolvere una serie attività del tipo problem solving.

I test prevedevano sia difficili che facili problemi di comprensione verbale. I tre gruppi dovevano rispettivamente dormirci su, pensarci da svegli o non fare nulla rimandando la soluzione.
Dopo questa prima fase, i partecipanti sono stati invitati a ritentare di risolvere i problemi insoluti.
I risultati immediati hanno mostrato che chi ci aveva dormito su era riuscito a risolvere il maggior numero di problemi difficili, rispetto a chi era stato sveglio o aveva rimandato il compito. Nessuna differenza tra i tre gruppi si è invece mostrata nei confronti dei problemi di facile soluzione.

Visti i risultati, gli autori dello studio hanno concluso che il sonno facilita la soluzione dei problemi. E l’effetto è più marcato quanto più difficili sono i problemi.
«Sappiamo da anni che il sonno ha un profondo effetto sulla nostra capacità di essere creativi e trovare nuove soluzioni ai problemi – spiega nella nota UL il professor Padraic Monaghan – Il nostro studio dimostra che questo effetto del sonno è maggiore quando i problemi che abbiamo di fronte sono difficili».

«Il sonno sembra aiutarci a risolvere i problemi di accesso all’informazione che sono remoti al problema iniziale, e che non può essere inizialmente portata alla mente – continua Monaghan – Il sonno è stato indicato “diffondere l’attivazione” per la soluzione che inizialmente è lontana dai nostri primi tentativi di risolvere il problema. Il consiglio che emerge da questa ricerca, e quelle correlate, è quello di lasciare da parte un problema se sei bloccato, e dormire un po’, se si tratta di un problema molto difficile».
La prossima volta che abbiamo a che fare con un problema di difficile soluzione, allora non resta che dormirci su e vedere cosa accade. E, se non accade nulla, allora sì che è un bel problema.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.lastampa.it/2012/10/15/s...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms