Articoli: Sociale

Valencia apre la scuola per escort, prostitute professioniste e commercio di ovuli

  Autore: n/a

  lunedì 14 maggio 2012 ore: 00:00:00 - letto [ 5948 ]

trabaja_ya.jpg,

A Valencia partono i corsi per diventare prostitute professioniste e a Cambridge si vendono gli ovuli fino a 900 euro. Sono i nuovi modi per battere la crisi, ma le polemiche non mancano.

Corsi di bondage e sadomaso. Lezioni di postura e di kamasutra. Tutto con un unico scopo, il diploma per diventare prostituta professionista. È così che a Valencia si tenta di combattere la crisi: in un paese con una disoccupazione record (il 24,4% in totale e il 49% tra i giovani tra i 18 e 25 anni) il progetto di un master per trovare un lavoro sicuro e stimolante non sembra una cattiva idea.

L’annuncio destinato a ragazze e ragazzi maggiorenni è comparso sulle bacheche dell’Università di Valencia e su diversi quotidiani locali: “Offriamo una completa formazione teorica e pratica per una professione che è presente da tempo in tutto il mondo e che vi permetterà di ottenere in modo rapido e facile molto denaro”. Gli organizzatori garantiscono che la nuova scuola, oltre a soddisfare i clienti, sarà infatti uno stimolo per l’economia iberica.

Il corso sarà suddiviso in classi di 10-15 allievi con un costo di 400 euro per due settimane e si garantisce che gli alunni e le alunne più meritevoli saranno chiamati a insegnare nella scuola. Non tutti sono entusiasti dell’iniziativa. Il Governo della Comunità Valenciana su denuncia di varie associazioni laiche e cattoliche ha già avviato provvedimenti contro l'iniziativa.

Cambridge e il commercio di ovuli
Non solo Spagna. Il corpo delle donne è al centro del dibattirto anche nel regno di Sua Maestà. A Cambridge migliaia di studentesse sono state prese di mira da una società che offre fino a 900 euro per diventare donatrice di ovuli. La pubblicità è stata inviata via mail da Altrui, una società specializzata nell'ovodonazione che ha chiesto ovuli per aiutare una coppia colpita da una rara malattia ad avere figli.

Il fatto che siano state selezionate solo ragazze dai 18 ai 25 anni di una delle università più prestiose del mondo fa sospettare a un procedimento di eugenetica e di selezione di "superovuli". In Inghilterra è illegale accettare un pagamento per la donazione di ovociti nel Regno Unito. Il fatto è che è consentito il risarcimento. Ma le critiche non mancano. "Questa non è donazione, ma compravendita di ovuli umani", ha commentato Josephine Quintavalle del gruppo Comment on Reproductive Ethics.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.tgcom24.mediaset.it/mond...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms