Articoli: Tecnologia

I computer tra 25 anni spariranno: microchip nel corpo o in tasca e gli schermi saranno ologrammi

  Autore: Pierluigi Emmulo

  domenica 10 febbraio 2008 ore: 00:00:00 - letto [ 4571 ]

dire_14323772_52240[1].jpg,

I computer tra 25 anni spariranno: microchip nel corpo o in tasca e gli schermi saranno ologrammi

Qual è il futuro dei computer? Questo è l’interrogativo al quale la rivista PC World vuole rispondere, in occasione del venticinquesimo anniversario dalla pubblicazione del primo numero.

Qual è il futuro dei computer? Chi è curioso di conoscere il futuro delle tecnologie che in pochissimi anni hanno rivoluzionato il pianeta non può non porsi questa domanda e proprio questo è l’interrogativo al quale la rivista PC World vuole rispondere, in occasione del venticinquesimo anniversario dalla pubblicazione del primo numero.

Il gruppo di esperti interpellati non ha dubbi: tra un quarto di secolo il computer fisico, con schermo, tastiera e mouse, sarà solo un cimelio della storia della tecnologia. Al suo posto ci saranno microchip velocissimi e microscopici che potranno venire impiantati direttamente nel corpo umano e potranno interagire direttamente con i movimenti naturali delle mani o di altre parti del corpo.

Gli schermi saranno degli ologrammi tridimensionali con i quali si potrà interagire direttamente, mentre sarà possibile inserire dei chip direttamente nel cervello per ricevere senza interfacce esterne i contenuti di Internet o di un particolare software, o in varie parti del corpo per gestire le funzioni vitali legate alla fisiologia umana, la somministrazione di farmaci o il monitoraggio permanente e continuo di tutti gli organi.

Doug Tougaw, uno studioso dell’università di Valparaiso, osserva che «stiamo arrivando sempre più vicini a ottenere computer che potranno essere inseriti in qualsiasi cosa, saranno centinaia di volte più veloci e capaci di consumare un centesimo dell’energia utilizzata da quelli attuali».

Auto e abitazioni verranno gestite automaticamente da questi computer di nuova generazione e libereranno le persone dall’interazione quotidiana con gli oggetti. Internet sarà del tutto tridimensionale e assomiglierà a una gigantesca Second Life in cui l’interazione tra gli utenti somiglierà a quella possibile nella vita reale, ma sarà arricchita da innumerevoli altre funzionalità, come il volo, il teletrasporto e la possibilità di dialogare a distanze infinite.

La base di tutto questo saranno le nanotecnologie basate sulla luce, che sostituiranno l’elettronica e le tecnologie basate sul silicio.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link


http://www.pcworld.com/...








 

® Copyright 2005 - 2018 - SITO MBGraphicsFilms