Articoli: Salute

Donne italiane più attente alla prevenzione ma più pigre

  Autore: Roberto Rossi

  domenica 11 marzo 2012 ore: 00:00:00 - letto [ 2488 ]

donne.jpg,

Le donne sono più attente alla prevenzione rispetto agli uomini. Tuttavia, le esponenti del gentil sesso sarebbero anche quelle più pigre e meno dedite all’attività fisica.

Le donne italiane sarebbero più attente alla salute rispetto agli uomini, confermandosi come quelle maggiormente propense a garantire la tutela del proprio benessere. Ad affermarlo una recentissima indagine compiuta e pubblicata dall’Osservatorio Salute Astra Zeneca in collaborazione con ISPO, che ribadisce i risultati ai quali erano giunte osservazioni in materia, precedenti nel tempo.

L’analisi rivela che su un campione di 800 italiani, al primo posto delle preoccupazioni vi sarebbe la prevenzione per il 72% delle donne e per il 63% degli uomini; oltre a una prevalenza percentuale del gentil sesso, sarebbero proprio le donne quelle maggiormente attente a prenotare regolari visite e controlli medici, come lo screening per scoprire eventuali tumori. Tra gli uomini emergerebbe invece una maggior pigrizia, con i maschi certamente più smemorati a tenere a mente gli appuntamenti con le visite di controllo.Almeno ogni due anni – emerge dalla ricerca – la donna si reca puntualmente dal ginecologo per gli ordinari controlli di routine. Di contro, emerge che sei uomini su dieci non sarebbero mai andati da un andrologo, per un record negativo in tutta Europa, secondo solamente a quello svedese. Considerata questa maggiore propensione della donna a ricercare le cure per il benessere della propria salute, non c’è da stupirsi che siano proprio le donne a interessarsi delle cure dei propri cari, dai mariti ai figli.

Dal medico, tuttavia – sottolinea il presidente ISPO Renato Mannheimer – gli italiani vanno solo quando stanno veramente male, e otto su dieci si dichiarano talmente eroici (o poco furbi, a seconda di come la pensiate) da non recarsi dal medico curante nemmeno quando stanno male, preferendo addirittura continuare le proprie attività quotidiane.

Le donne, ad ogni modo, non sono perfette sul tema della salute.
Stando a quanto emerge dall’analisi ISPO, infatti, le femmine sarebbero molto pigre, troppo sedentarie e poco dedite all’attività fisica, con percentuali peggiori di quelle degli uomini.



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link

Fonte
http://www.sanioggi.it/donne-italia...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms