Articoli: Natura

Aurore boreali, polari, astrali

  Autore: n/a

  lunedì 30 gennaio 2012 ore: 00:00:00 - letto [ 6523 ]

Aurora_01.jpg,

da wikipedia
L'aurora polare, spesso denominata aurora boreale o australe a seconda dell'emisfero in cui si verifica, è un fenomeno ottico dell'atmosfera terrestre caratterizzato principalmente da bande luminose di colore rosso-verde-azzurro, detti archi aurorali. Le aurore possono comunque manifestarsi con un'ampia gamma di forme e colori, rapidamente mutevoli nel tempo e nello spazio.

Il fenomeno è causato dall'interazione di particelle cariche (protoni ed elettroni) di origine solare (vento solare) con la ionosfera terrestre (atmosfera tra i 100–500 km). Tali particelle eccitano gli atomi dell'atmosfera che diseccitandosi in seguito emettono luce di varie lunghezze d'onda. A causa della geometria del campo magnetico terrestre, le aurore sono visibili in due ristrette fasce attorno ai poli magnetici della terra, dette ovali aurorali. Le aurore visibili ad occhio nudo sono prodotte dagli elettroni, mentre quelle di protoni possono essere osservate solo con l'ausilio di particolari strumenti, sia da terra sia dallo spazio.
L'aurora polare è visibile, spesso, anche in zone meno vicine ai poli, come la Scozia, o molte zone dell'Australia.

Le aurore sono più intense e frequenti durante periodi di intensa attività solare, periodi in cui il campo magnetico interplanetario può presentare notevoli variazioni in intensità e direzione, aumentando la possibilità di un accoppiamento (riconnessione magnetica) con il campo magnetico terrestre.

Sotto alcune tra le più spettacolari aurore fotografate



dal sito nationalgeographic.it
Aurore boreali si stagliano sopra le catene montuose vicino alla città di Tromsø, in Norvegia. Uno spettacolo luminoso innescato dall'espulsione di massa coronale (CME nell'acronimo inglese) che ha interessato il nostro Pianeta lo scorso lunedì mattina. Per "espulsione di massa coronale" si intende una nuvola di gas ad altissima temperatura e di particelle espulse dal Sole.

Lo scorso lunedì, gli astronomi hanno registrato una forte tempesta solare in una regione particolarmente attiva del Sole, a cui ha fatto seguito un' ingente espulsione di massa coronale che si è riversata verso il nostro pianeta. Secondo il NOAA's Space Weather Prediction Center di Boulder, in Colorado, si è trattato della più grande tempesta solare che abbia colpito la Terra negli ultimi otto anni.

Quando questo fenomeno colpisce la Terra, le particelle cariche provenienti dal sole possono interagire con i gas presenti nell'atmosfera terrestre, dando origine alle aurore boreali (nell'emisfero Nord) e australi (nell'emisfero Sud).

Un video in lapse time delle aurore boreali in Norvegia

LYS:Ålesund from Stian Rekdal on Vimeo.



 * Click sulla foto per ingrandirla


allegato, Aurora_02.jpg


Un'aurora a forma di tempesta, fotografia di Rune Stoltz Bertinussen, Scanpix/Reuters

allegato, Aurora_03.jpg


A caccia di aurore Fotografia per gentile concessione di Andy Keen

Come una lama luminosa e multicolore, un'aurora sembra essere sul punto di abbattersi su una foresta innevata di Ivalo, in Finlandia lo scorso 22 gennaio. "Dalle ore 19:00 in poi, il cielo notturno sopra la nostra pensione è stata illuminato da un meraviglioso spettacolo, un fenomeno che è durato alcune ore" ha scritto il fotografo Andy Keen sul portale Spaceweather.com.

allegato, Aurora_04.jpg


Aurora sul ghiaccio Fotografia di Thilo Bubek

Le aurore boreali aleggiano sopra le montagne innevate vicino a Tromsø, in Norvegia. Il panorama, ottenuto assemblando insieme molteplici immagini, mostra l'aurora che si riflette sulla superficie liscia e ghiacciata. Una fotografia inusuale, visto che, secondo il fotografo Thilo Bubek "l'area è normalmente ricoperta dalla neve durante l'inverno"

allegato, Aurora_05.jpg


Una lanterna verde Fotografia di Thilo Bubek

Delle aurore verdi luminose illuminano il cielo, in una foto scattata lo scorso 21 gennaio a Tromsø, in Norvegia. Il colore delle aurore dipende dai gas presenti nell'atmosfera, quando la Terra viene interessata da una tempesta solare. Nella maggior parte dei casi, le aurore sono originate da "ossigeno eccitato": gli atomi del gas vengono energizzati elettricamente durante la collisione con le particelle provenienti dal sole. Gli atomi rilasciano a questo punto energia sotto forma di luce verde

allegato, Aurora_06.jpg


Fotografando la "Tempesta" Immagine per gentile concessione SDO/NASA

Una foto composita realizzata dal Solar Dynamics Observatory della NASA lo scorso 19 gennaio, ha immortalato la tempesta solare. La fotografia è stata realizzata grazie ai dati delle varie lunghezze d'onda di raggi ultravioletti, che rappresentano i differenti livelli della turbolenta atmosfera solare.

allegato, Aurora_07.jpg


Il saluto dell'aurora Fotografia per gentile concessione di Øystein Lunde Ingvaldsen

Una coperta verde si staglia sulla costa di Bø nel nord nella Norvegia, in una foto del 6 gennaio scorso. Gli scienziati prevedono che il sole potrebbe raggiungere il suo periodo di massima attività nel 2013. Continueremo ad assistere a frequenti ed intense tempeste solari quindi, che se direzionate verso la terra, potrebbero non solo generare spettacolari aurore, ma apportare rischi ad aerei, satelliti ed alla rete elettrica.

allegato, Aurora_08.jpg


Aurora australis captured by NASA's IMAGE satellite and overlaid onto NASA's satellite-based Blue Marble image

allegato, Aurora_09.jpg


La rara aurora rossa Fotografia di Jay Malone, My Shot

Le aurore boreali creano bagliori rosso-rubino nel cielo sopra l'Arkansas. Una massa di particelle cariche provenienti dal Sole sono entrate in contatto con l'atmosfera terrestre generando un'intensa tempesta geomagnetica che ha innescato una serie di spettacolari aurore boreali. Il fenomeno è stato visibile in oltre la metà dei 50 stati americani. Le aurore si manifestano quando le particelle cariche, provenienti dal Sole si scontrano con le molecole presenti nell'atmosfera energizzandole. Le molecole rilasciano a questo punto energia, sotto forma di luminosità. Le aurore di tonalità verde (la tipologia più comune) compaiono nella parte più bassa dell'atmosfera, ad appena 100 km sopra la superficie terrestre. La luce è formata in realtà da una grande varietà di colori, ma l'occhio umano è più abituato a percepire la parte verde dello spettro luminoso. A volte però, l'afflusso di particelle che si muovono ad una velocità minore e spesso meno cariche energicamente, possono far sì che le aurore compaiano nella parte più alta dell'atmosfera terrestre, ad altitudini che variano dai 300 ai 500 km. A queste altezze, i bagliori generati sono di colore rosso.

allegato, Aurora_10.jpg


Le aurore ricoprono il cielo Fotografia per gentile concessione Shawn Malone

Le luci dell'aurora sopra il cielo del Michigan: le classiche tonalità luminose verdastre macchiate da sfumature di rosso intenso. Secondo il fotografo Shawn Malone, i bagliori delle aurore hanno coperto completamente il cielo, offrendo agli spettatori il migliore spettacolo luminoso dal 2004. Più a sud, le aurore boreali si sono manifestate più frequentemente con tonalità rossastre

allegato, Aurora_11.jpg


Luci sul Kansas Fotografia per gentile concessione di Jim Hammer

Il cielo stellato sopra il Kansas si tinge dei bagliori dell'aurora, in questa foto scattata con un obiettivo fotografico fisheye, lunedì 24 ottobre. Le aurore boreali non erano visibili ad occhio nudo, secondo il fotografo Jim Hammer. Lo spettacolo luminoso è venuto alla luce grazie alle foto realizzate con lungo tempo di esposizione, come quella sopra, scattata a 16 km a Nord di Wichita, nel Kansas.

allegato, Aurora_12.jpg


Cieli surreali Fotografia per gentile concessione di Shawn Malone

Tonalità rosse si estendono nel cielo già macchiato dal bagliore delle aurore verdi, in una foto scattata nelle prime ore di martedì 25 ottobre a Marquette, nel Michigan. Il sole ha intensificato la sua attività lungo tutto lo scorso anno, avvicinandosi al nuovo punto massimo nel suo ciclo di 11 anni. Le eruzioni dalla superficie solare sono connesse con l'espulsione di massa coronale (CME): enormi nubi di particelle che schizzano dagli strati superiori dell'atmosfera solare verso ogni direzione. Le aurore dello scorso lunedì sono state causate in gran parte dall'espulsione di massa coronale indirizzata verso il nostro Pianeta. Frequentemente questo fenomeno ha preoccupato gli esperti per i rischi a cui espone i satelliti e le strumentazioni elettriche. Il più delle volte però, gli effetti più evidenti di questo fenomeno sono solo delle spettacolari aurore.

allegato, Aurora_13.jpg


Sweet Home Alabama Fotografia per gentile concessione di Jonathan Stone

Bagliori rossastri si stagliano sui cieli dell'Alabama, in una foto scattata lo scorso lunedì a Baileyton. La previsione del fenomeno ha portato molti fotografi a cercare di immortalare lo spettacolo luminoso - perfino in luoghi dove le aurore sono considerate rare. Gli abitanti del Nord degli Stati Uniti hanno raccontato di aver assistito a bagliori accecanti, mentre quelli del sud sono rimasti sorpresi di assistere nuovamente allo spettacolo luminoso dopo molti anni.

allegato, Aurora_14.jpg


Lo show sul lago Fotografia per gentile concessione Shawn Malone

Accenni di rosso si stagliano sopra le aurore verdi avvistate sul Lake Superior, in una fotografia scattata a Marquette, in Michigan, lo scorso lunedì. "Era francamente uno scenario a cui un fotografo non poteva rinunciare. Io e i miei amici siamo stati fortunati a esserci" ha dichiarato il fotografo Tom Dolaskie al sito Space.com, sorpreso da uno spettacolo simile nei pressi della Baia di Munising.

allegato, Aurora_15.jpg


Yukon: lo show luminoso Fotografia per gentile concessione di Jonathan Tucker

Aurore verdastre illuminano il cielo di Whitehorse, nel territorio dello Yukon, in Canada, lo scorso lunedì. Questo tipo di aurore si manifestano quando il campo magnetico terrestre viene colpito da nubi di particelle elettricamente cariche, che sono emesse dal Sole in seguito alle cosiddette “espulsioni di massa coronale” (CME). Un fenomeno di questo tipo si è verificata lo scorso 26 settembre, generando aurore in entrambi i Poli terrestri, uno spettacolo visibile in ben cinque stati americani: il Michigan, lo stato di New York, il South Dakota e Minnesota, secondo quanto riportato dalla NASA. Quando le particelle solari penetrano nel campo magnetico terrestre, in prossimità dei Poli, si scontrano con le molecole presenti nell'atmosfera energizzandole. Le molecole rilasciano a questo punto energia, sotto forma di luminosità. Per immortalare queste aurore è stata necessaria "una lunga notte di attesa" ha dichiarato il fotografo Jonathan Tucker al sito SpaceWeather.com.

allegato, Aurora_16.jpg


L'Aurora in rosso Fotografia per gentile concessione NASA

La maggior parte delle aurore sono di colore verde, ma talvolta è possibile avvistarne anche alcune di colorazioni diverse, come mostra la foto sopra scattata dalla Stazione Spaziale Internazionale lo scorso 26 settembre. Il colore delle aurore dipende dal tipo di atomi che generano questi effetti luminosi. Nella maggior parte dei casi, questi spettacoli luminosi si verificano quando le particelle sovraccariche provenienti dal vento solare, entrano in collisione con gli atomi di ossigeno presenti nell'atmosfera. "Questo fenomeno produce luminosità di colore verdastra, ecco perché molte aurore sono di colorazione verde. Comunque, impatti meno violenti con atomi di ossigeno - così come collisioni con atomi di azoto - possono generare effetti di colorazione rossastra, come quella che potete osservare nella foto sopra".

allegato, Aurora_17.jpg


Un Arco sopra l'Artico Fotografia di Darren Horn, My Shot

Le aurore boreali si riflettono in un lago appena fuori Yellowknife, nei Territori del Nord Ovest del Canada, in una foto scattata lo scorso 28 settembre. Le tempeste solari - come quella dello scorso 26 settembre - che hanno scatenato le aurore della scorsa settimana, possono avere effetti potenzialmente dannosi sui satelliti artificiali che orbitano intorna alla Terra, secondo quanto riportato dalla NASA.

allegato, Aurora_18.jpg


"Purple Haze" Fotografia di Mika Puurula

Raggi di luce verdi e viola attraversano il cielo notturno di Sotkamo, in Finlandia, lo scorso 26 settembre. "La luna era al perigeo e il cielo era molto luminoso" ha dichiarato il fotografo Mika Puurula al sito SpaceWeather.com. "Lo spettacolo luminoso è durato per circa un'ora", ha aggiunto.

allegato, Aurora_19.jpg


Luci sull'Inghilterra Fotografia per gentile concessione di Reed Ingram Weir

allegato, Aurora_20.jpg


Un posto in prima fila Fotografia per gentile concessione Shawn Malone, LakeSuperiorPhoto.com

Un'aurora brillante si erge sulla nebbia del lago Superior, vicino Marquette, in Michigan, in una foto dello scorso 26 settembre. "Con l'aumento dell'attività solare si pensa che questi fenomeni potranno essere osservati anche a latitudini inferiori" ha dichiarato il fotografo Shawn Malone a National Geographic.

allegato, Aurora_21.jpg


Aurore arcobaleno Fotografia di Thilo Bubek

Uno show luminoso di ampio ventaglio cromatico si stende sul cielo di Tromsø, in Norvegia, lo scorso 26 settembre. "Siamo stati fortunati a trovare un luogo con il cielo limpido" ha dichiarato il fotografo Thilo Bubek a National Geographic "All'inizio abbiamo assistito a delle Aurore di colore verde, ma poi abbiamo potuto ammirare spettacoli luminosi di varie colorazioni, con un'intensità luminosa che non vedevamo da anni"

allegato, Aurora_23.jpg


L'aurora circolare Fotografia di Paul Nicklen

A Yellowknife, nei Territori del Nord-Ovest in Canada, il cielo sembra ballare con la luce durante un'aurora boreale.

allegato, Aurora_24.jpg


Manitoba, Canada Fotografia di Rorbert Rosing

Nel Wapusk National Park di Manitoba, Canada, l'aurora boreale ha trasformato il cielo della notte colorandolo di un verde irreale.

allegato, Aurora_26.jpg


Crepuscolo boreale Fotografia di Norbert Rosing

Le luci dell'aurora boreale striano il cielo durante un tramonto

allegato, Aurora_27.jpg


L'aurora-fantasma Fotografia di Norbert Rosing

allegato, Aurora_28.jpg


Aurora nello Stato di New York Fotografia di Julie Carragan

allegato, Aurora_29.jpg


Neve e luci verdi Fotografia di Norbert Rosing

allegato, Aurora_30.jpg


Skyline alberato Fotografia di Norbert Rosing

allegato, Aurora_32.jpg


Colori irreali nel Manitoba Fotografia di Norbert Rosing

allegato, Aurora_33.jpg


Star Trail canadese Fotografia di Raymond Gehman

allegato, Aurora_34.jpg


Aurora polare Fotografia di Maria Stenzel

allegato, Aurora_35.jpg


Un fantasma nel cielo Fotografia di Paul Nicklen

allegato, Aurora_36.jpg


Una pioggia rosa Fotografia di Norbert Rosing

allegato, Aurora_37.jpg


Trionfo di smeraldo Fotografia di Wayne Barsky

allegato, Aurora_38.jpg


Incantesimo sul Wisconsin Fotografia di Brian Larmay

allegato, Aurora_39.jpg


Sipario sfolgorante Fotografia di Wayne Barsky

allegato, Aurora_40.jpg


Sua maestà l'aurora magenta Fotografia di Zoltan Kenwell

allegato, Aurora_41.jpg


San Valentino elettrico Fotografia di Øystein Lunde Ingvaldsen

allegato, Aurora_42.jpg


Aurora al neon Fotografia di Øystein Lunde Ingvaldsen

allegato, Aurora_43.jpg


Sipario su Kvaløya Fotografia di Fredrik Broms

allegato, Aurora_44.jpg


Il ponte nel cielo Fotografia di Thilo Bubek

allegato, Aurora_45.jpg


Aurora in Quebec Fotografia per gentile concessione di Ian Diamond

allegato, Aurora_46.jpg


Gioco di luci a Oslo Per gentile concessione di Otto L. Motzke

allegato, Aurora_47.jpg


Purple Haze Per gentile concessione di Shawn Malone, LakeSuperiorPhoto.com

allegato, Aurora_48.jpg


Estremo solare Per gentile concessione della Nasa

Una brillante onda verde (a sinistra della foto) nel Sole indica il punto in cui un tumulto di plasma ha scatenato l'espulsione di massa coronale che, a sua volta, ha provocato le aurore della scorsa settimana. Nel mosaico fotografico, realizzato dal Solar Dynamics Observatory, i diversi colori mostrano le regioni solari con temperature distinte. L'attività solare aumenta e diminuisce in un ciclo regolare di 11 anni. L'ultimo periodo di attività intensa è finito nel 2001, e ha portato a un lungo periodo di tranquillità. Insieme alle recenti apparizioni di macchie solari, le eruzioni di agosto sembrano presagire un risveglio della stella. Una notizia buona per i fan delle aurore polari, cattiva per i satelliti, gli astronauti e alcuni sistemi tecnologici terrestri.

 

Link

fonte 1
http://it.wikipedia.org/wiki/Aurora...

Link

Immagini prese dal Nationalgeographic
http://www.nationalgeographic.it/sc...

Video

Animated aurora Video NASA: -








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms