Articoli: Sociale

Sesso sicuro, la verità romani ok, milanesi meno

  Autore: LARA GUSATTO

  martedì 22 settembre 2009 ore: 00:00:00 - letto [ 3948 ]

este_14155058_51090[1].jpg,

I risultati dell'iniziativa della Società italiana di ginecologia e ostetricia. Un'indagine condotta con un concorso a misura di giovani. La guida al "travelsex". Le risposte dell'esperto

ROMA è consapevole, Milano incosciente, Venezia romantica e Torino anticonformista. Questo il risultato di un gioco sociologico sul sesso e sugli anticoncezionali che ha coinvolto 5 mila giovani in 10 città italiane. Ideatrice dell'iniziativa la Società italiana di ginecologia e ostetricia (Sigo) che per accompagnare i ragazzi pure in viaggio ha pubblicato l'opuscolo Travelsex, una mappa europea della contraccezione con indicazioni utili tradotte addirittura in croato.

Roma e Milano. Una maglietta bianca con la scritta "L'amore è..." da completare a piacimento con la propria personale idea del rapporto di coppia. Questo l'innovativo contest realizzato dalla Sigo in dieci città del Belpaese per coinvolgere i giovani in modo divertente e informarli sulle conseguenze del sesso non protetto. La vincitrice morale? Roma. Nella capitale i giovani si dimostrano più consapevoli dei rischi, più ricettivi ai consigli degli esperti e convinti che in amore serva soprattutto la testa. Attenzione verso la contraccezione confermata anche dalla campagna "Hai installato l'antivirus?" che campeggia sui manifesti affissi per le strade della capitale. Meno attenti i ragazzi di Milano, pronti a vivere le avventure in vacanza senza preoccuparsi troppo delle conseguenze, anche con partner occasionali. I giovani meneghini usano raramente strumenti contraccettivi, quasi mai la doppia barriera, pillola e preservativo insieme. Un risultato allarmante se accostato ai dati degli ultimi anni: la città è sotto stretta osservazione per il più alto tasso di malattie sessualmente trasmissibili in Italia. A partire dal 2000-2001, l'incidenza della sifilide è più che decuplicata e quella della gonorrea più che quintuplicata. E nel capoluogo lombardo è recentemente scattato anche l'allarme cybersex, per la preoccupante diffusione della micro-prostituzione in rete.

Le altre città. Se a Roma i giovani sembrano più maturi e a Milano più disattenti, le differenze anche fra le altre città sono evidenti: Venezia è la più romantica, con una prevalenza di slogan dedicati al sentimento e all'innamoramento (l'amore è guardarsi negli occhi e capirsi al volo). Torino la più "anticonformista" con molte frasi a doppio senso, ammiccanti o ironiche (l'amore è quell'azione da compiere almeno una volta al giorno). A Bologna i ragazzi hanno partecipato al gioco soprattutto in gruppo o in coppia. A Genova si sono presentati molti genitori interessati a ricevere maggiori informazioni sul progetto. "Dal nostro tour estivo abbiamo ricavato spunti significativi per pianificare al meglio la nostra attività futura - dichiara Giorgio Vettori, presidente Sigo - non ci fermeremo: la battaglia a favore della sessualità consapevole, per preservare salute e fertilità è una nostra priorità".

Sulla rete. La campagna "Scrivi la tua pillola d'amore estivo", realizzata in giro per l'Italia consegnando a migliaia di ragazzi la T-shirt in bianco, si è sviluppata anche nella rete sul sito www.travelsex.it, con la possibilità di compilare la propria personale maglietta. Tra le 5.016 frasi ne sono state scelte mille e tra queste gli internauti hanno decretato una vincitrice: Fulvia, 24 anni, di Modena con la frase: "L'amore è sentimento in libertà da scambiarsi con serietà".

Frasi salvavita. Har du en kondom? Vi kan inte göra det utan. Questa è una delle frasi definite dalla Sigo "salvavita". Tradotto dallo svedese significa: "Hai un preservativo? Non possiamo fare l'amore senza". Un vero e proprio mini dizionario del sesso sicuro è stato pubblicato sul loro sito e distribuito in oltre 300 mila copie all'interno della guida "Travelsex". Opuscolo che oltre alle frasi d'emergenza fornisce una panoramica interessante della situazione europea con indicazioni utili quando ci si trova lontano da casa e non si può contare sul supporto del proprio medico.

Dati in Italia. Informazioni indispensabili e sensibilizzazione necessaria. I risultati di indagini condotte dalla Sigo sono preoccupanti. Le donne italiane non sono fedeli ai metodi contraccettivi e passano dalla pillola al profilattico. Il 30% continua a sfidare la sorte, senza utilizzare alcuna protezione o facendo affidamento sul coito interrotto. E la prima volta, intorno ai 17 anni, è senza precauzioni per una ragazza su tre. Incoscienza dovuta all'ignoranza. Solo lo 0,3% delle under 19 italiane possiede una buona educazione sessuale a fronte di un 72,9% qualificabile come insufficiente. Per interrogare l'esperto e trovare le risposte cliccate qui.

Travelsex. In Francia la pillola anticoncezionale è molto diffusa, la utilizza circa il 40% delle donne e la "pillola del giorno dopo" è in vendita nelle farmacie senza prescrizione medica. Ricetta medica non richiesta neppure in Turchia, in Gran Bretagna, Olanda e Croazia. Attenzione però nel paese balcanico è severamente vietato fare sesso nelle spiagge pubbliche, pena una multa da 100 euro e 30 giorni di prigione. In Europa il record nell'utilizzo dei contraccettivi orali (1 donna su 2) va all'Olanda, maglia nera invece alla Grecia (1 su 10). Il 74% degli spagnoli fra i 20 e i 29 anni dichiara di utilizzare metodi sicuri. In Svezia, dal 1955 l'educazione sessuale fa parte dei programmi scolastici e nel 2004 l'Organizzazione svedese per l'educazione sessuale (Rfsu) ha lanciato una nuova iniziativa per la consegna rapida di preservativi a domicilio per le coppie rimaste senza "sul più bello".



 * Click sulla foto per ingrandirla


 

Link


http://www.repubblica.it/2008/12/se...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms