Articoli: Scienza

Nella Costellazione del Dragone, la più grossa e violenta esplosione di sempre, gli astronomi la osservano con Swift, Hubble e Chandra

  Autore: n/a

  venerdì 8 aprile 2011 ore: 00:00:00 - letto [ 5563 ]

NASA_esplosione_costellazione_dragone.JPG,

Spazio, l'esplosione più violenta mai osservata monopolizza i telescopi

Da una settimana Swift, Hubble e Chandra puntati sulla costellazione del Dragone

Gli astronomi di tutto il mondo sono mobilitati per l'esplosione più violenta mai osservata nello spazio e i tre telescopi spaziali della Nasa, Swift, Hubble e Chandra sono puntati da una settimana su questo evento senza precedenti, registrato nella costellazione del Dragone a 3,8 miliardi di anni luce dalla Terra.

Gli astronomi sostengono di non avere mai visto nulla del genere, con una tale luminosità, energia altissima e una prolungata emissione di particelle ad alta energia, come i raggi gamma, tipica firma di eventi violenti, come la distruzione di stelle molto grandi. Eventi nei quali l'emissione dei raggi gamma dura solitamente poche ore, non una settimana.

Secondo le prime ipotesi un'esplosione del genere potrebbe avvenire se una grande stella si trovasse troppo vicina al buco nero al centro di una galassia. Il buco nero sta probabilmente risucchiando la stella e, mentre i suoi gas vengono ingoiati, la rotazione del buco nero genera un getto orientato verso la Terra.

«I lampi gamma che abbiamo osservato finora sono da migliaia a milioni di volte meno potenti di quelli che stiamo osservando», ha detto Andrew Fruchter, dello Space Telescope Science Institute di Baltimora. A dare “l'allarme” è stato il telescopio Swift, al quale l'Italia partecipa con l'Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf). L'esplosione è stata catalogata fra i Gamma Ray Burst con la sigla (Grb) 110328A.



 * Click sulla foto per ingrandirla


allegato, 533746main_grb110328a.jpg


Immagini da Swift Ultraviolet

Optical (bianco, viola) e telescopi a raggi X (giallo e rosso) sono stati combinati in questa visione della GRB 110328A. L'esplosione è stata rilevata solo in raggi X, che sono stati raccolti in un periodo di 3,4 ore il 28 marzo. Credit: NASA / Swift / Stefan Immler

allegato, 533748main_HST_p1110aw.jpg


Galassia ospite

Questa è una immagine in luce visibile della galassia ospite di GRB 110328A (freccia) adottata il 4 aprile con l'Hubble Space Telescope la Wide Field Camera 3. La galassia è ad 3,8 miliardi anni luce di distanza. Credit: NASA / ESA / A. Fruchter (STScI)

allegato, 533793main_GRB110328A_Chandra.jpg


NASA Chandra X-ray Observatory

Completato questa esposizione alle quattro del GRB 110328A il 4 aprile. Il centro della sorgente di raggi X corrisponde al centro della galassia ospite ripreso da Hubble (croce rossa). Credit: NASA / CXC / Warwick / A. Levan

allegato, 533792main_XRT_lightcurve.jpg


GRB 110328A

ha ripetutamente eroso nei giorni successivi alla sua scoperta da parte di Swift. Questo grafico mostra le variazioni di luminosità registrato da Swift X-Ray Telescope. Credit: NASA / Swift / Penn State / J. Kennea

 

Link

Fonte
http://www.ilmessaggero.it/articolo...

Link

NASA
http://www.nasa.gov/topics/universe...








 

® Copyright 2005 - 2019 - SITO MBGraphicsFilms