L'ALTRA INFORMAZIONE - Archeologia



 Trovati fossili su marte



Ricercatore dell’Università di Siena trova le tracce. La somiglianza delle strutture evidenziate sulla Terra e su Marte è davvero notevole.

Una svolta nelle ricerche della vita su Marte: a segnarla, con la scoperta di tracce biologiche fossili, è la pubblicazione di un articolo sulla rivista International ...continua

15/1/2015


 Deserto di Atacama in Cile: scoperto osservatorio astronomico di 2000 anni fa eretto dagli El Molle



Sorgeva nel deserto di Atacama in Cile, nello stesso luogo scelto dall'European Southern Observatory per installare i suoi telescopi.

Oggi rimangono solo delle incisioni rupestri ma gli scienziati sono giunti alla conclusione che un tempo nel mezzo del deserto di Atacama in Cile era presente un osservatorio astronomico. Le incisioni infatti sembrano testimoniare un'antica ...continua

12/1/2015



 Mummia di bisonte congelato: Yugarik è un Bison priscus di 9.300 anni fa trovato in Siberia



È stata fatta l’autopsia sulla mummia di un bisonte congelato rinvenuta nel 2011 in Siberia nella piana di Yana-Indigirka

Si tratta di un esemplare risalente a 9.300 anni fa che è stato chiamato Yugarik


L’esemplare ha il cervello, il cuore, il sistema circolatorio e digestivo perfettamente conservati

Si tratta di un esemplare di «Bison ...continua

21/11/2014


 Riportare in vita un dinosauro: partire da una gallina e creare un Pollosauro



Riportare in vita un dinosauro, come in 'Jurassic Park'. Senza ricorrere al sangue dell'enorme rettile preso da una zanzara conservata nell'ambra giurassica ma, più semplicemente, ricorrendo a una gallina. L'idea è del più famoso paleontologo al mondo, Jack Horner, e risale al 2009 quando, in modo audace, nel libro 'Come costruire un dinosauro' propose di ri-creare un piccolo di rettile riattivando ...continua

14/11/2014


 L'uomo europeo discende da almeno tre popolazioni ancestrali



Gli attuali abitanti del nuovo continente discendono da tre diversi gruppi e non dai due finora conosciuti. Ai risultati dell'importante ricerca, pubblicata sulla copertina di Nature, hanno partecipato anche due scienziati siciliani.

UNO studio genetico ha rivelato una nuova popolazione ancestrale in Europa. La ricerca è di tale rilevanza da essere pubblicata sulla copertina di Nature. Gli attuali ...continua

9/10/2014


 Su una mappa di pelle di pecora del XIII secolo trovate nuove tracce sulla scoperta dell'America. Potrebbe essere stato Marco Polo ad anticipare di duecento anni Cristoforo Colombo.



Un’antica mappa su una pelle di pecora potrebbe riscrivere la storia. La cartina è contenuta nel libro «The Mysteries of The Marco Polo Maps», in uscita a novembre. Un’antica mappa disegnata su una pelle di pecora potrebbe riscrivere tutti i libri di storia, assegnando a Marco Polo il merito di aver scoperto l’America alla metà del XIII secolo, ovvero duecento anni prima di Cristoforo Colombo, durante il viaggio ...continua

29/9/2014


 Trovata la tomba di Alessandro Magno in Grecia



La scoperta del sito è arrivata dopo due anni di scavi, ed è stata annunciata durante una visita sul luogo da parte del primo Ministro Samaras, che l’ha descritta come "molto importante".  Si mormora già che possa essere la tomba di Alessandro Magno. Per ora gli archeologi non si sbilanciano, ma si tratta della più grossa scoperta archeologica mai fatta nel decennio in Grecia, senza contare le dimensioni della tomba, ritrovata ad Anfipoli, in ...continua

22/9/2014


 Un osso su Marte



In un’immagine ripresa dal rover Curiosity della Nasa. E sul web si scatenano le speculazioni sulla prova dell’esistenza di un’antica civiltà

Dopo poco più di due anni di esplorazione, il rover Curiosity sulla superficie di Marte trova un osso, vagamente umano. Si tratta di una roccia dalla forma strana, probabilmente derivata dal crostone superficiale spezzato proprio dalle ruote del robot della Nasa, di cui si notano di fianco le ...continua

14/9/2014


 Siberia, trovato sangue di Mammut e si pensa già alla clonazione



Dopo l’estinzione avvenuta circa 4.500 anni fa, i mammut potrebbero presto tornare. Su un'isola dell'arcipelago Ljachov nel mar di Laptev, nell'Artico a nord della Siberia, è stato rinvenuto nel permafrost la carcassa di un mammut femmina di circa 50-60 anni di età, risalente a 11 mila anni fa, da cui è stato possibile estrarre una discreta quantità di sangue, cosa mai avvenuta in precedenza.

La parte inferiore della ...continua

31/5/2013


 Città del Messico, rasa al suolo un'antica piramide Maya per far passare una strada



Gli archeologi sono sconcertati: a Città del Messico, durante i lavori effettuati da una ditta locale per sistemare alcune strade dissestate del Belize, alcune scavatrici e ruspe hanno distrutto, senza farsi troppi scrupoli, un'antichissima piramide Maya, costruita 300 anni prima di Cristo, facendola diventare ghiaia per strade.

Il monumento mesoamericano misurava 30 metri di altezza e faceva parte del complesso Noh Mul, “collina ...continua

29/5/2013


 Heracleion, la città egizia riemersa dal mare dopo 1200 anni



Una città sepolta nella sabbia marina per oltre 1200 anni. Si tratta di Heracleion per gli antichi greci, Thonis per gli antichi egizi, è stata scoperta a 30 metri sotto il livello del mare ad Abukir, vicino ad Alessandria.



A scoprirla sono stati Franck Goddio e il suo team di archeologi dello IEASM, European Institute for Underwater Acheology, che dopo ricerche geofisiche durate oltre 4 anni e 13 anni di ...continua

4/5/2013


 Trovato un fossile di Asilisauro un antenato dei dinosauri



E' stato scoperto il fossile dell'antenato dei dinosauri: risale a circa a 242 milioni di anni fa, 10 milioni di anni dopo la più' grande estinzione di massa della Terra quando scomparvero 9 specie su 10.



La scoperta, presentata sulla rivista dell'Accademia di Scienze degli Stati Uniti (Pnas), si deve a un gruppo coordinato dal biologo americano Christian Sidor dell'università' di Washington. Il fossile e' stato scoperto in ...continua

1/5/2013


 Stonehenge era già abitato 12mila anni fa



Il sito di Stonehenge potrebbe essere stato abitato migliaia di anni prima di quanto pensavano gli esperti. Lo afferma uno studio della Open University che sara' presentato all'interno del programma della Bbc The Flying Archaeologist questa settimana. Gli scienziati finora hanno sempre teorizzato che il sito fosse abitato 7.500 anni prima di Cristo, e che sia stato poi abbandonato per ragioni sconosciute. 


Attraverso la datazione al carbonio di alcuni ...continua

23/4/2013


 Gli Etruschi non venivano dall'Anatolia, come sosteneva Erodoto, ma erano una popolazione stanziata da tempo in Italia, come aveva intuito Dionisio di Alicarnasso



Gli Etruschi non venivano dall'Anatolia, come sosteneva Erodoto, ma erano una popolazione stanziata da tempo in Italia, come aveva intuito Dionisio di Alicarnasso. E benche' i toscani di oggi discendano per lo piu' da antenati immigrati in tempi piu' recenti, fra gli abitanti di Volterra e del Casentino si trovano ancora Dna identici a quelli degli Etruschi di 2.500 anni fa. E' quanto emerge da uno studio italiano pubblicato sulla rivista scientifica 'Plos One'. Lo studio e' stato coordinato da ...continua

7/2/2013


 Le case dell'uomo di Neanderthal erano fatte con ossa di mammuth, l'uomo di Neanderthal aveva le stesse attitudini cognitive e abilità del Sapiens



Del mammuth non si butta niente, deve aver pensato - tra i 200 mila e i 40 anni fa - l'uomo di Neanderthal. Al punto che cacciava il maestoso mammifero non soltanto per cibarsi, ma anche per usare le sue grandi ossa nella costruzione della sua casa. Come avrebbe fatto, ma molte migliaia di anni più tardi, l'Homo Sapiens. La scoperta è stata fatta dai ricercatori del Museo di Storia Naturale di Parigi, in collaborazione con l'Accademia nazionale di Scienze d'Ucraina, a Kiev. "Fino ad ora si ...continua

21/1/2013


 Megapiranha paranensis, viveva 10 milioni di anni fa e aveva il morso più potente mai apparso sulla Terra



Chi finiva a tiro delle sue fauci, non aveva la possibilità di raccontarlo. In rapporto alle sue dimensioni, il Megapiranha paranensis aveva il morso più potente mai apparso sulla Terra. Sviluppava infatti una potenza superiore a quella di cui disponevano i re dei morsi mortali: il Tirannosauro, lo squalo-mangiabalene Carcharodon megalodon e il Dunkleosteus terrelli, un pesce corazzato del Devoniano. Per fortuna sono estinti tutti e tre da molto tempo. POTENZA - La potenza del morso del ...continua

2/1/2013


  Sveshtari, in Bulgaria, gli archeologi hanno ritrovato all' interno di una tomba un tesoro conservato in un contenitore di legno



All’interno di una tomba trace nel sito di Sveshtari, in Bulgaria, gli archeologi hanno ritrovato un tesoro conservato in un contenitore di legno. Gli oggetti risalgono tra la fine del IV e l’inizio del III secolo a.C. e includono teste di cavallo, collane e piccoli busti I Traci erano governati da un’aristocrazia guerriera che disponeva dei vasti giacimenti d’oro alla foce del Danubio. Strinsero intensi rapporti commerciali con i loro vicini, tra cui gli Sciti al Nord e i Greci al Sud, come ...continua

19/12/2012


  Rotoli del Mar Morto, un'insieme di manoscritti tracciati più di duemila anni fa, disponibili online le scansioni



MILANO - Erano emersi dal deserto sessantacinque anni fa dopo essere stati sepolti per secoli e ora arrivano perfino in Rete. A due anni dal primo, sorprendente, annuncio Google ha finalmente reso disponibili online le scansioni dei Rotoli del Mar Morto, un'insieme di manoscritti tracciati più di duemila anni fa. SCOPERTI PER CASO - La loro storia ha dell'avventuroso e non avrebbe sfigurato in un film di Indiana Jones. La scoperta infatti è avvenuta per caso nel 1947 da parte di Muhammed ...continua

19/12/2012


 Ramsete III è stato sgozzato e forse da suo figlio Pentawer



Ramsete III è stato sgozzato. Lo svela uno studio al quale ha collaborato il ricercatore dell’Eurac di Bolzano Albert Zink. Forse il faraone è stato ucciso da suo figlio Pentawer. Lo staff è infatti quasi certo di aver individuato la salma del figlio ‘traditore’, morto impiccato. Uno dei gialli più clamorosi dell’Antico Egitto parte da un papiro custodito al Museo Egizio di Torino che descrive come a metà del XII secolo a.C., nel gineceo del faraone, la concubina Tij pianificava l’uccisione ...continua

17/12/2012


 Nazca, scoperto un labirinto di grandi dimensioni realizzato tra i 2100 e i 1300 anni fa



Uno studio più dettagliato delle enigmatiche linee di Nazca che percorrono il desertico altopiano del Perù ha rivelato l'esistenza di un labirinto di grandi dimensioni realizzato tra i 2100 e i 1300 anni fa. Completamente nascosto dal paesaggio piatto e informe, il labirinto è stato identificato dopo cinque anni di indagini sul terreno del deserto peruviano, a circa 250 chilometri a sud di Lima. La scoperta è stata realizzata da Clive Ruggles dell'Università di Leicester e da Nicholas ...continua

14/12/2012


 Un fossile che era considerato un animale marino potrebbe in realta' essere un lichene terrestre, cosa che retrodaterebbe la comparsa della vita sulla Terra di 65 milioni di anni



Un fossile che era considerato un animale marino potrebbe in realta' essere un lichene terrestre, cosa che retrodaterebbe la comparsa della vita sulla Terra di 65 milioni di anni. La ricerca della University of Oregon di Eugene e' stata pubblicata su Nature. Si tratta tuttavia di una interpretazione molto controversa che sta accendendo il dibattito nella comunita' dei paleontologi. I fossili del periodo Ediarcarano risalgono a 542-635 milioni di anni fa e sono sempre stati al centro delle ...continua

14/12/2012


 Il primo formaggio della storia e' stato preparato 7.500 anni fa in Polonia



Il primo formaggio della storia e' stato preparato 7.500 anni fa in Polonia. Lo dimostrano le tracce rinvenute su 34 vasi di ceramica perforati usati dal primo formaggiaio preistorico per separare il caglio dal siero di latte: si tratta delle piu' antiche testimonianze dell'attivita' casearia mai scoperte finora. Lo rivela su Nature uno studio condotto da un team internazionale di ricercatori coordinato dall'universita' di Bristol. ...continua

13/12/2012


 Ritrovata una straordinaria sfinge egizia in granito africano, proveniente da un sito sepolcrale della Tuscia



Una straordinaria sfinge egizia in granito africano, proveniente da un sito sepolcrale della Tuscia, e' stata recuperata dai finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma, impedendo che la scultura, insieme ad altre opere, finisse nel circuito del mercato illegale internazionale. L'opera, probabile decoro di un ambiente funerario gentilizio etrusco o di una villa suburbana d'ozio, trafugata da uno scavo clandestino, stava per essere "esportata" e quindi dispersa nei canali ...continua

7/12/2012


 Trovato il fossile di un rinoceronte, cranio e mandibola sono sopravvissuti ad una violenta eruzione vulcanica



Un fossile raro di un rinoceronte che 9,2 milioni di anni fa si aggirava nell'attuale Turchia rivela la storia di una morte improvvisa e violenta causata da un'eruzione vulcanica. Il cranio e la mandibola dell'antico rinoceronte hanno una superficie ruvida e denti fragili. Questo a causa dei frammenti di roccia vulcanica della caldera Cardak che lo hanno colpito, secondo il paleontologo Pierre-Olivier Antoine dell'università di Montpellier in Francia. Un fiume di cenere e roccia ha ...continua

5/12/2012


 Homo heidelbergensis, ritrovati manufatti di 500 mila anni fa a Kathu Pan



La tecnologia ha compiuto i suoi primi passi prima di quanto ci si aspettasse: la datazione di alcuni manufatti in pietra ritrovati nel sito archeologico di Kathu Pan, in Sudafrica, ha permesso di scoprire che alcune tipologie di armi venivano fabbricate già 500 mila anni fa, ossia circa 200 mila anni prima di quanto ipotizzato fino a ora. I ricercatori dell’Arizona State University, dell'Università di Toronto e dell'Università di Città del Capo, che hanno collaborato a questo studio pubblicato ...continua

4/12/2012


 Antartide, microrganismo 200 mln anni fa, era conservato nel bozzolo di sanguisuga vissuta nel Triassico



L'Antartide svela i suoi segreti. E' stato scoperto un raro fossile di microrganismo antico almeno 200 milioni di anni e conservato nel bozzolo di una sanguisuga vissuta nel Triassico. Lo rivela una ricerca pubblicata sulla rivista scientifica Pnas e coordinata da Benjamin Bomfleur dell'Universita' del Kansas, a Lawrence, negli Stati Uniti. ''La nostra comprensione dell'evoluzione della vita sulla Terra e' limitata all'imperfezione dei reperti fossili'', commenta Bomfleur. ...continua

4/12/2012


 Siamo meno intelligenti di 2000 anni fa, l'evoluzione in questo caso ha giocato a nostro sfavore



Studio dell'università di Stanford: l'uomo ha raggiunto il picco della sua evoluzione cerebrale oltre 2000 anni fa, poi la 'rete di sicurezza' della società ha causato l'impigrimento e la recessione dell'intelletto. Gli li esperti: ma l'essere umano per fortuna ha una straordinaria capacità di adattamento SIAMO meno intelligenti di 2000 anni fa, l'evoluzione in questo caso ha giocato a nostro sfavore: il nostro cervello, secondo le teorie di Darwin e i principi della genetica, negli ultimi ...continua

26/11/2012


 Scoperta in Bulgaria la più antica città europea con circa 350 abitanti e venne creata tra il 4.700 e il 4.200 avanti Cristo



La più antica città preistorica europea è stata trovata in Bulgaria, vicino a Provadia, nell’estremo nord-est del Paese. L’insediamento ospitava circa 350 abitanti e venne creato tra il 4.700 e il 4.200 avanti Cristo favorito dalle risorse dell’ambiente. Il luogo era ricco di sale. La popolazione si dedicò alla sua produzione e, sfruttando sorgenti calde, fabbricava mattoni di sale poi venduti. Una città, dunque, centro produttivo e commerciale legata a una risorsa naturale che ha segnato la ...continua

16/11/2012


  Xenoceratops foremostensis, la nuova specie di dinosauro cornuto scoperta dagli scienziati del museo di storia naturale canadese.



Si chiama Xenoceratops foremostensis, la nuova specie scoperta dagli scienziati del museo di storia naturale canadese. I fossili rinvenuti nel 1958 sono stati analizzati solo ora: secondo gli studiosi doveva essere lungo 6 metri e pesante 2 tonnellate Lo leggo dopo OTTAWA - Si chiama Xenoceratops foremostensis, la nuova specie di dinosauro cornuto scoperta dagli scienziati del Cleveland Museum of Natural History. I fossili sono stati originariamente rinvenuti nel 1958, ma l'identificazione è ...continua

15/11/2012


  Straight-tusked elephant ritrovato l'elefante antico che viveva a Roma



Eccezionale scoperta a La Polledrara, appena fuori dalla capitale: un Elephas rimasto impantanato in una palude nel Pleistocene medio perfettamente conservato del periodo in cui il centro Italia era "una terra africana di elefanti", spiega la direttrice dello scavo. E ci sono anche le tracce delle presenza dell'Homo Heidelbergensis L'Elefante antico che viveva a Roma E' COMPARSO sulla Terra 800mila anni fa e si è estinto definitivamente 37.500 anni fa. Era fra le specie più diffuse in ...continua

21/10/2012


 I frammenti di terracotta più antichi al mondo sono stati trovati in Cina e risalgono a 20mila anni fa



Pechino (Cina), 29 giu. (LaPresse/AP) - Gli archeologi hanno confermato che alcuni frammenti di terracotta trovati in Cina risalgono a 20mila anni fa, datazione che li rende i più antichi al mondo. La scoperta, che verrà pubblicata domani sulla rivista Science, si aggiunge alla recente datazione di altri frammenti a oltre 15mila anni fa, il che smentisce le teorie che hanno sempre collocato la scoperta della lavorazione dell'argilla a un periodo intorno a 10mila anni fa, quando gli umani ...continua

26/7/2012


 Gioiello in vetro di epoca romana scoperto in Giappone



Gli archeologi giapponesi hanno annunciato di aver trovato in un tumulo vicino alla città di Kyoto, l'antica capitale dell'impero, un gioiello in vetro, dai primi esami hanno scoperto che probabilmente è stato fatto durante l'Impero Romano. Il manufatto è stato rinvenuto nel tumulo di Utsukushi, cimitero di Nagaoka del V secolo dC. L'oggetto trovato, secondo gli scienziati risalirebbe in un periodo compreso tra il primo al quarto secolo. Il gioiello è ...continua

24/6/2012


 Dinosauri? Erano meno pesanti di quanto si pensava



I dinosauri pesavano meno di quanto credevamo Il vero peso dei bestioni preistorici, rettili e non, è da sempre un punto interrogativo per i paleontologi. Libri, documentari, film, parchi a tema: con probabile delusione dei piccoli fan dei dinosauri, tutto ciò che riguarda i popolari rettili preistorici dovrà forse essere rivisto. Sembra infatti che questi animali fossero ben più esili di quanto la maestosità delle loro ossa lasci ...continua

7/6/2012


 Negli alberi tracce di misterioso evento, raggi cosmici sconosciuti colpirono la terra 1.200 anni fa



Tra 775 e 785 d.c irraggiamento 20 superiore all'attività del sole Circa 1.200 anni fa, il pianeta Terra e’ stato colpito da una forte emissione di radiazione ad alta energia e dalle origini sconosciute. E’ quanto hanno scoperto i fisici della Nagoya University in Giappone, analizzando la presenza di carbonio 14 negli anelli di accrescimento degli alberi. Tra l’anno 774 e il 775, il livello nell’atmosfera di questo isotopo del carbonio e’ ...continua

5/6/2012


 Betlemme è esistita davvero, trovato il sigillo a Nazareth è del 2700 a.c.



Nel 2009 archeologi israeliani dell’Autorità per le Antichità di Israele hanno rinvenuto a Nazareth i resti di una piccola casa ad uso privato, databili al periodo in cui visse Gesù. Questa abitazione sorge di fronte alla Basilica dell’Annunciazione (luogo in l’angelo Gabriele annunciò alla Madonna che avrebbe dato alla luce il figlio di Dio), costruita nel 1969 sopra i resti di tre chiese precedenti, la più antica delle quali risale al periodo bizantino (IV ...continua

27/5/2012


 Il più antico calendario Maya, Xultun, non cita la catastrofe del 2012 ma prosegue oltre per altri 7000 anni



In Guatemala, tra le rovine di Xultun, è stato scoperto il più antico sistema di conteggio temporale precolombiano. Questa volta, tra i geroglifici non è previsto alcuna catastrofe imminente. Per il prossimo 21 dicembre non sono attesi cataclismi epocali, parola dei Maya. Sì, proprio quelli dai cui calcoli era partito l’angoscioso countdown del 2012. Ci sono altri reperti, infatti, in cui sembra essere rappresentato il loro ...continua

12/5/2012


 Godzillus, un misterioso fossile risalente a 450 milioni di anni fa scoperto da Ron Fine, un paleontologo amatoriale



Nessuno ha la minima idea di cosa possa trattarsi, ma un fossile risalente a circa 450 milioni di anni fa sembrerebbe essere ciò che resta di un antico e particolarmente bizzarro essere vivente. A giudicare dai fossili si potrebbe pensare di essere di fronte ad una pozzanghera di fango solidificato, ma secondo lo scopritore Ron Fine, paleontologo amatoriale, e due ricercatori del dipartimento di geologia dell'Università di ...continua

8/5/2012


 Lyuba, il mammut ritrovato intatto dopo 40mila anni sarà esposto ad Hong Kong



Hong Kong (Cina), 14 apr. (LaPresse/AP) - E' un baby-mammut lanoso il protagonista dell'esposizone allestita a Hong Kong, presso il centro finanziario internazionale. Morto all'eta di un mese, dopo esser stato risucchiato nel letto di un fiume fangoso circa 40mila anni fa, la mummia del mammut è stata scoperta, in Russia, da un allevatore e cacciatore di renne nella penisola, artica di Yamala ed è stato chiamato Lyuba, che in russo significa amore, dal nome della moglie dello ...continua

14/4/2012


 Grecia, scoperto un gruzzolo di monete medievali su isola di Naxos, Cicladi



Un gruzzolo di monete d'argento del periodo medievale è stato scoperto durante lavori edili sull'isola greca di Naxos. Lo rende noto il ministero della Cultura greco, precisando che le monete risalgono quasi tutte a metà XIV secolo, quando Naxos e altre isole Cicladi erano governate da duchi veneziani. Gli operai hanno raccolto un totale di 54 monete e molte altre sono state trovate in un piccolo vaso d'argilla. Non è chiaro quando il denaro veneziano sia stato seppellito o da chi, ma simili ...continua

28/3/2012


 Antichi Haniwa ritrovati in Giappone oggetti a scopo rituale che anticamente venivano sepolti con i morti



I frammenti di sei statuette di terracotta del V secolo sono stati trovati in un tumulo presso la città di Matsue, in Giappone. Gli “haniwa” erano oggetti a scopo rituale e anticamente venivano sepolti con i morti. Due delle sei statuette rappresentano lottatori di sumo, due sono guerrieri, uno raffigura la porzione di una sedia di un uomo seduto, mentre l’ultima dovrebbe raffigurare un aristocratico. Sono state inoltre recuperate due statuette di cavallo. ...continua

25/3/2012


 Scavi archeologici in un mega sito dell’Anatolia destinati a far emergere dal buio della storia un antico regno ricco ma ”dimenticato”, quello di Tuwana



Sono in corso nuovissimi scavi archeologici in un mega sito dell’Anatolia destinati a far emergere dal buio della storia un antico regno ricco ma ”dimenticato”, quello di Tuwana, cui verra’ anche dedicato un museo a cielo aperto. La segnalazione e’ stata fatta da Lorenzo d’Alfonso, un archeologo italiano che guida la missione congiunta delle Universita’ di Pavia e di New York e che ha fornito dettagli sugli scavi in una conferenza stampa in cui, questo mese, sono stati illustrati a Istanbul ...continua

19/3/2012


 Sculture azteche risalenti a oltre 550 anni sono state scoperte dagli archeologi di fronte al Templo Mayor della città di Tenochtitlán, oggi Città del Messico.



Un totale di 23 sculture azteche risalenti a oltre 550 anni sono state scoperte dagli archeologi di fronte al Templo Mayor della città di Tenochtitlán, oggi Città del Messico. Le pietre illustrano le origini mitologiche della civiltà azteca tra cui la nascita del dio della guerra Huitzilopochtli, dio del sole e della guerra, nonché protettore di Tenochtitlán. Raul Barrera, dell’Istituto Nazionale di Antropologia e Storia del Messico (INAH), sostiene che le pietre “erano poste di fronte a ...continua

19/3/2012


  Tempio di Karnak a Luxor scoperto il nome del faraone 17/ma dinastia



IL CAIRO - Il nome di un faraone appartenente alla diciassettesima dinastia (1680-1580 avanti Cristo) e' stato scoperto nel sito archeologico del tempio di Karnak a Luxor. Si tratta di Sanakhet In Ra e la sua scoperta ad opera di un team misto egiziano francese servira' a fare luce su una delle dinastie meno note i cui due ultimi sovrani cacciarono i sovrani degli Hyksos e dando cosi' inizio al nuovo regno unificato con la diciottesima dinastia. ...continua

12/3/2012


 Trovata una STONEHENGE a San Vittore, Lazio



Anche il Lazio ha la sua Stonehenge. L'incredibile scoperta è stata fatta nell'Italia Centromeridionale, sulle montagne tra San Vittore del Lazio, in provincia di Frosinone (a poca distanza da Cassino e dalla famosa Abbazia Benedettina) e San Pietro Infine in provincia di Caserta. Si tratta di una formazione, quasi certamente artificiale, composta da almeno sette perfetti cerchi concentrici visibili soltanto dal cielo, posizionata in un luogo isolato, tra montagne frequentate soltanto da ...continua

12/3/2012


 Scoperta una necropoli sotto la linea del tram alla Piramide Cestia di Roma



ROMA - Lo scheletro se ne sta lì, perfettamente al suo posto, con le braccia conserte per niente scomposto dopo circa 18 secoli di sepoltura e almeno sessant'anni di traffico caotico. E poi altri resti umani, altri crani (tra cui quello di un bambino), pezzi di anfore, tracce di sepolture organizzate. Nulla di straordinario, appunto. Ma fa effetto pensare che tutto si trovi lì, a una profondità molto relativa, sotto il passaggio del Tram linea 3. La scoperta dovrebbe risalire all'inizio di ...continua

11/3/2012


 Dito umano di un gigante trovato in Egitto



Le foto di un dito umanoide mummificato, lungo ben 40 cm, sono state pubblicate recentemente in rete, a chi apparteneva? Il materiale fa parte delle indagini svolte dal fotografo svizzero Gregory Spoerri, che era giunto alla scoperta tramite un tombarolo che teneva il manufatto segretamente fin dagli anni ’60. A confronto con una banconata al lato, si vede che il dito gigante è grande quasi il doppio. Se il reperto è genuino, è un’ulteriore prova che i giganti un tempo camminavano sulla ...continua

10/3/2012


 Le statue dell’isola di Pasqua hanno anche un corpo



Le statue dell’isola di Pasqua non hanno ancora svelato tutti i loro segreti La scoperta non è recente, ma nelle ultime settimane è stata di nuovo rilanciata: le statue dell'isola di Pasqua hanno un corpo. Mentre probabilmente la loro fama deriva sopratutto dalla loro enorme ed enigmatica testa, queste statue hanno ancora in serbo numerosi altri segreti. Più della metà della loro dimensione è risultata interrata, corpo e mani erano infatti celati dal terreno. Se si attribuisce la scoperta ...continua

9/2/2012


 I misteri del lago Vostok dopo trent'anni di scavi



Un team russo rompe l'ultima barriera di ghiaccio e raggiunge un bacino di acqua temperata sepolto da milioni di anni. Un mondo isolato e autonomo rispetto alla Terra, la cui scoperta pone serie questioni ambientali. Con tanti interrogativi e anomalie, al momento senza risposta. UN MISTERO lungo venti milioni di anni, sepolto sotto i ghiacci del Polo Sud. E' quello racchiuso nel lago Vostok, subglaciale e grande come l'Ontario, lungo quasi 250 chilometri e largo 50, profondo 1000 metri, il ...continua

7/2/2012


 Un raggio gamma che fulminò i dinosauri



Circa 440 milioni di anni fa la Terra era un luogo pieno di vita. Poi accadde qualcosa che spazzò via quasi l’85% delle specie che abitavano il pianeta, dando origine alla seconda estinzione di massa più grande della storia. Il colpevole sembrerebbe essere un lampo di raggi gamma (gamma-ray burst o GRB) proveniente dalle vicinanze del Sistema solare. A sostenerlo, in un articolo pubblicato in pre peer-review su ArXiv, è Wilfried Domainko del Max Planck Institute for Nuclear Physics di ...continua

13/1/2012


 Laser a infrarossi svelerà l'eta' dei reperti sostituendo il carbonio 14



E' stato realizzato dall'Ino-Cnr il primo apparato sperimentale che rivela per via ottica la concentrazione di radiocarbonio, elemento utilizzato per datare ritrovamenti organici. La strumentazione, economica e maneggevole, rivela molecole in quantità particolarmente basse con ricadute in settori come medicina, sicurezza e ambiente. Il calcolo della quantità residua di carbonio 14 o radiocarbonio è da trent'anni uno dei metodi più diffusi per stabilire l'età dei reperti archeologici. ...continua

9/1/2012


 5 specie di Homo presenti contemporaneamente 40 mila anni fa



Una pittura rupestre e i misteri della nostra specie Fino a 40 mila anni fa vivevano insieme almeno cinque specie diverse di Homo, tra cui il Neanderthal Camminavamo tra le pietre nella Olduvai Gorge, in Tanzania, la gigantesca ferita geologica che sprofonda nella piana del Serengeti per quasi cento metri mettendo allo scoperto strati di terreno antichi quasi 2 milioni di anni. Davanti a me, occhi fissi a terra, avanzava lentamente il celebre antropologo americano Donald Johanson, lo ...continua

17/11/2011


 Scrat, lo scoiattolo dell'Era glaciale è esistito veramente 100 milioni di anni fa. Il nome vero: Cronopio dentiacutus



L'annuncio dei ricercatori dell'università di Louisville, nome scientifico: Cronopio dentiacutus. Ma non amava le ghiande Uno dei personaggi simbolo de L'era glaciale, l'omnipresente Scrat, il bizzarro scoiattolo preistorico all'eterno inseguimento di una inafferrabile ghianda, è esistito davvero. I ricercatori statunitensi dell'università di Louisville, annunciano su Nature la scoperta dei resti fossili, in Sud America, di un antico scoiattolo dai denti a sciabola vissuto più di 100 ...continua

6/11/2011


 Gli aborigeni australiani sono la razza umana più vecchia



Nel loro Dna ci sono tracce di incroci con i neandertal e i denisoviani, ominidi recentemente scoperti in Siberia Chi sono i discendenti più vecchi dei primi uomini che si sono avventurati fuori dall’Africa? Gli aborigeni australiani, sembrerebbe essere la risposta più accreditata al momento, secondo uno studio eseguito di recente, pubblicato su Nature, che ha sequenziato l’intero genoma delle cellule contenute in un ciuffo di capelli, raccolto novant’anni fa da un etmologo inglese in ...continua

15/10/2011


 Tel Aviv trovate LAME di 400.000 anni fà. Chi le ha fatte?



Il ritrovamento di lame di 400.000 anni fa pone una questione: la manifattura delle lame non è un'esclusiva capacità degli uomini moderni? Gli archeologi dell'Università di Tel Aviv hanno scoperto migliaia di attrezzi lunghi e taglienti alla grotta di Qesem presso Tel Aviv. La scoperta, annunciata lunedè scorso, pone la questione se la manifattura delle lame non è un'esclusiva capacità degli uomini moderni, nata per opera dell'Homo Sapiens nel corso del Paleolitico superiore, 30-40.000 anni ...continua

14/10/2011


 Australopithecus sediba, un ominide di 2 milioni di anni fa più vicino antenato dell'uomo



Australopithecus sediba presenta caratteri sia umani sia delle scimmie, che costringono a rivedere molte delle conoscenze sull'evoluzione del genere Homo. Su Science l'analisi dei reperti fossili rinvenuti nel sito sudafricano di Malapa E' un affascinante mosaico di primitivo e moderno quello che viene descritto come il più vicino antenato del genere umano: la new entry, che ha già acceso il dibattito nella comunità scientifica mettendo in discussione alcune delle teorie dell'evoluzione del ...continua

9/9/2011


 Trovati strumenti sofisticati di 1,76 milioni di anni fa



La pietra dell'intelligenza è più antica del previsto. La scintilla dell’intelligenza che portato i nostri antichi progenitori a costruire i primi strumenti si è accesa 350 mila anni prima di quanto finora si credesse. Nell’area del lago Turkana in Kenya sono stati trovati degli artefatti risalenti a 1,76 milioni di anni fa, quindi molto più antichi di quelli rinvenuti fino ad oggi. Il ritrovamento, frutto di una spedizione guidata da Christoper Lepre della Columbia University americana è ...continua

8/9/2011


 Il plesiosauro morto mentre partoriva, non deponeva le uova



L'embrione veniva conservato all'interno del corpo. I piccoli nascevano vivi come oggi avviene nei cetacei. Anche i plesiosauri, grandi rettili marini del Mesozoico, partorivano vivi i propri piccoli, come avviene oggi negli squali e nei cetacei. O sarebbe meglio dire come alcuni serpenti, visto che si trattava di rettili. Lo ha rivelato uno studio realizzato sul fossile di una femmina di plesiosauro conservato nel Museo di storia naturale di Los Angeles e pubblicato su Nature, che ...continua

21/8/2011


 I colori della preistoria, il video



Una nuova tecnica che usa i raggi X ha rivelato i pigmenti contenuti nei fossili, scoprendo nuovi dettagli di un uccello vissuto 120 milioni di anni fa. E la stessa tecnica potrà essere utilizzata in futuro per rivelare anche i colori dei dinosauri NOTIZIE – Ancora una volta questa settimana parliamo di fossili e dinosauri. Alcuni fossili preistorici di uccelli sono stati trovati con le piume quasi intatte, ma i colori del piumaggio col tempo erano completamente scomparsi, lasciando i ...continua

2/7/2011


 Heslington, trovato un cranio fossile che conteneva ancora il cervello



A volte mi faccio del male e mi costringo a leggere ricerche di questo tipo di prima mattina, e credetemi, non è un piacere. In ogni caso mi sembrava piuttosto eccezionale come notizia: nel 2008 a Heslington, nel Regno Unito, è stato trovato un cranio (che la datazione fa risalire fra il 637 e il 482 a.C.) che conteneva ancora una larga porzione di cervello in buono stato di conservazione. Una ricerca pubblicata qualche giorno fa sul Journal of Archaeological Science ha studiato i motivi di ...continua

7/4/2011


 Nell'antico Egitto la prima Protesi Funzionale della storia



L’han pubblicata su Lancet (nota rivista scientifica di area medica) ma è una ricerca archeologica. Archeologia delle medicina per la precisione: due manufatti egiziani che risalgono al 600 A. C. secondo Jacky Finch, medico dell’Università di Manchester, sarebbero il primo esempio noto di protesi funzionale. Si tratta di due alluci artificiali: uno, in legno e pelle, è custodito al Museo Egizio del Cairo, l’altro, fatto in una sorta di cartapesta molto dura, si trova al British Museum (noto ...continua

1/3/2011


 Scoperti siti Archeologici su Google Earth



Sembra ormai arrivato il tempo della pensione per gli archeologi alla Indiana Jones o Heinrich Schliemann. Adesso infatti le scoperte e i ritrovamenti si fanno comodamente seduti in poltrona, davanti al computer. Lo sa bene David Kennedy, archeologo australiano dell'università dell'Australia occidentale, che grazie a Google Earth e all'alta risoluzione delle sue immagini satellitari, ha scoperto 2mila potenziali siti archeologici in Arabia Saudita. ''Non sono mai stato in Arabia Saudita - ha ...continua

1/3/2011


 Ritrovata nella spazzatura la statuetta trafugata di Akhenaton



La statuetta di Akhenaton, uno degli otto pezzi di inestimabile valore trafugati dal museo egizio del Cairo all'inizio della rivolta popolare, è stata ritrovata. Lo ha annunciato il ministro per le antichità, Zahi Hawass. La statua è stata riconsegnata da un professore dell'Università americana del Cairo, Sabri Abdel Rahman, dopo che il nipote l'ha avvistata accanto a un cestino dei rifiuti in piazza Tahrir. La statua di sette centimetri di altezza in calcare, mostra il re mentre fa offerte. ...continua

17/2/2011


 Le gigantesche rovine di Nan Madol, nelle isole Caroline, sono delle vestigia della civiltà di Mu?



Nan Madol è uno straordinario sito archeologico che, insieme a diversi altri sparsi nell'area dell'Oceano Pacifico, costituisce uno dei grandi misteri della storia e un notevole elemento di disturbo per le stolide certezze della scienza "ufficiale", la quale, non riuscendo a spiegarlo, preferisce continuare a ignorarlo. Si trova sull'isola di Pohnpei, che in precedenza si chiamava Ponapé, nelle Isole Caroline, un vasto arcipelago della Micronesia nel quale, secondo gli storici e gli ...continua

21/1/2011


 Il segreto delle antiche pitture rupestri? Così brillanti perché sono ancora vive



Sono fra gli esempi più noti di antica pittura su roccia aborigena: la "Bradshaw art" - dal nome del loro scopritore, un naturalista dell'800 - conserva un'immediatezza unica e colori vivacissimi, anche se i disegni risalgono ad almeno 40mila anni fa. Il loro segreto? Un "pigmento vivo". Lo svela il professor Jack Pettigrew, dell'università del Queensland, in Australia. Che, dopo aver studiato questi esemplari di arte rupestre nella regione di Kimberley, è giunto alla conclusione che a ...continua

29/12/2010


 Israele, rinvenuti i denti preistorici più antichi: hanno 400mila anni



Potrebbero essere le più antiche testimonianze mai rinvenute dell'uomo moderno: sono i denti preistorici scoperti in un sito archeologico vicino a Rosh Haain, in Israele, dal professor Avi Gopher e dal dottor Ran Barkai dell'Istituto di Archeologia dell'università di Tel Aviv, e risalgono a circa 400mila anni fa. Secondo gli accademici israeliani potrebbero davvero essere i più antichi resti di homo sapiens mai rinvenuti, rivoluzionando, così, il quadro dell'evoluzione della specie. I resti ...continua

29/12/2010


 Michael S. Schneider, La matematica degli antichi Egizi era identica a quella utilizzata nei moderni computer



Nel 2008, il matematico e autore Michael S. Schneider ha messo insieme questo incredibile video che illustra come la matematica utilizzata dagli antichi Egizi sia identica a quella utilizzata nei moderni computer di oggi. Inizialmente più di qualcuno ha mostrato scetticismo difronte a questa notizia, ma dopo il suo video, che alleghiamo sotto, in cui ne spiega il funzionamento tutto è diventato molto chiaro, Schneider vi accompagnerà attraverso il processo matematico con un linguaggio ...continua

29/12/2010


 Bolivia, trovata un impronta umana che sconvolge la scienza: ha 15 milioni di anni!



Se fosse confermata, sarebbe una scoperta in grado di cambiare la storia dell’umanità come la conosciamo noi. L’impronta pietrificata del piede di un uomo che camminò eretto fra cinque e 15 milioni di anni fa lungo quello che oggi è l’altipiano andino in Bolivia è stata presentata a La Paz, fra la sorpresa generale e un certo scetticismo degli addetti ai lavori, come quella che sarebbe di gran lunga l’orma più antica del mondo. Di gran lunga più vecchia, infatti, di quella scoperta nell’agosto ...continua

20/12/2010


 Tracce di un'antichissima era nucleare ?



Il concetto dell'atomo ha origine in un'antichità sconosciuta. Lo studioso romano Lucrezio, nel sec. I a.C., scrisse di particelle di materia "che si nmuovono in ogni direzione attraverso tutto lo spazio". Epicuro (sec. IV a.C.) e Leucippo (sec. V a.C.) accettarono entrambi la teoria atomica, che attribuirono al greco Democrito. Egli parlò di un'organizzazione della materia che solo nel corso dell'ultimo secolo è stata accettata veramente dai fisici moderni. "Non esiste null'altro che gli ...continua

11/11/2010


 I Rotoli del Mar Morto a breve disponibili a tutti su Google



Avviata la partnership tra Israele e Google per la digitalizzazione dei manoscritti risalenti al primo secolo dopo Cristo. Il progetto sfrutta una tecnologia sviluppata alla NASA Una notizia interessante per archeologi, filologi e appassionati di sacre scritture di tutto il mondo: Google, in collaborazione con le autorità archeologiche israeliane, digitalizzerà i Rotoli del Mar Morto e metterà a disposizione il risultato su Internet. Prosegue, dunque, l'impegno di Mountain View, in ...continua

20/10/2010


 Ha 30.000 anni il primo pane della storia



Scoperto in Toscana, una galletta cotta su pietre arroventate, nutriente e dal sapore gradevole. Ha 30.000 anni la prima farina della storia, così come il primo pane preparato dall'uomo moderno: una galletta cotta su pietre arroventate, nutriente e dal sapore gradevole. Le tracce sono state scoperte in Toscana da un gruppo italiano, che ha pubblicato il risultato sulla rivista dell'Accademia delle Scienze degli Stati Uniti, Pnas. Finora si credeva che l'uomo moderno avesse imparato a ...continua

19/10/2010


 Itaca, ritrovato palazzo di Ulisse



Grecia, verifiche archeologi in corso Un gruppo di archeologi greci ha annunciato di avere trovato i resti del palazzo di Ulisse ad Itaca. Se la notizia fosse confermata, significherebbe la più grande scoperta archeologica degli ultimi decenni. Gli elementi che fanno pensare alla dimora dell'eroe dell'Odissea sono la pianta dell'edificio e una fontana che risale al 1300 a.C, epoca in cui sarebbe vissuto Ulisse. Il ritrovamento è stato fatto dall'équipe diretta dal professor Atanasio ...continua

23/8/2010


 La madre di tutti gli esseri umani è vissuta 200 mila anni fà



Data unica di progenitrice confermata da un vasto studio statistico La mamma di tutti gli umani sarebbe vissuta circa 200.000 anni fa. La conferma viene da una delle più vaste ricerche statistiche sull'argomento, che ha confrontato gli studi di genetica delle popolazioni basati sull'analisi del Dna mitocondriale, il materiale genetico che si eredita esclusivamente per via materna. La ricerca, coordinata dalla Rice University di Houston (Texas) e pubblicata sulla rivista ...continua

23/8/2010


 Triops cruciformis, il gamberetto preistorico che è ancora tra noi



Una specie di gamberetto preistorico nuota, in ottime condizioni di salute, nelle acque scozzesi NOTIZIE – Secondo alcuni scienziati si tratta delle più antiche creature viventi. Il Triops cruciformis, che gli inglesi chiamano gamberetto “girino” è nella lista delle specie fortemente minacciate (si credeva ne sopravvivessero solo delle colonie in uno stagno della New Forest nell’Hampshire), ma gli scienziati scozzesi ne hanno scoperto alcuni esemplari nei bacini scozzesi della riserva ...continua

3/8/2010


 In Svezia trovato un fallo preistorico



L'oggetto risale a 6mila anni fa Alcuni ricercatori hanno trovato in uno dei siti archeologi più importanti della Svezia un oggetto quantomeno insolito. Si tratta di un "fallo" lungo circa 12 centimetri e largo due, risalente a seimila anni fa e realizzato con l'osso di un corno animale. I più maliziosi parlano già di un "giocattolo sessuale preistorico", ma gli archeologi frenano gli entusiasmi: "Potrebbe essere un semplice simbolo di fertilità maschile". La notizia è ...continua

23/7/2010


 Stonehenge, scoperto monolite in legno



Struttura fatta di pali costruita attorno allo stesso periodo rispetto al noto cerchio di pietre Accanto al complesso di monoliti di Stonehenge si cela un'altra struttura fatta di pali legno che, secondo gli archeologi, fu costruita attorno allo stesso periodo rispetto al noto cerchio di pietre, cioè circa 4.500 anni fa. Lo riferisce il Daily Telegraph oggi, sottolineando che questa potrebbe rivelarsi come la più interessante scoperta archeologica sul misterioso sito nella piana di Salisbury ...continua

23/7/2010


 Allarme al museo, i reperti dell'uomo di Neanderthal emettono una strana luce blu



Un'inchiesta della rivista Nature punta il dito sulle condizioni di conservazione di alcuni importanti frammenti paleontologici che si trovano nel museo di Storia naturale di Verona. L'appello dei ricercatori al ministro Bondi BRILLANO di una strana luce blu, che non dovrebbe esserci. Al momento i ricercatori non sanno dare una spiegazione precisa al fenomeno che sta interessando importanti reperti paleontologici del nostro passato che si trovano nel museo di storia naturale di ...continua

15/7/2010


 L'uomo di Neanderthal si truccava



Bollato come il "primitivo", si riscatta allo stesso livello dell'Homo Sapiens Da sempre bollato come il "primitivo" per eccellenza, l'uomo di Neanderthal potrebbe finalmente scrollarsi di dosso questa etichetta e guardare da pari a pari l'Homo Sapiens. A riscattarlo è la prova che era capace di concepire e apprezzare un concetto astratto come la bellezza, tanto da ornarsi con trucchi dai colori vivaci e gioielli di conchiglie. Il beauty-case dei Neanderthaliani è stato ...continua

21/4/2010


 38.000 anni fa qualcuno sparò all'uomo di NEANDERTHAL



Nel museo di Storia Naturale di Londra si trova un teschio datato circa 38.000 anni fa, periodo Paleolitico, rinvenuto in Zambia nel 1921. Sulla parete sinistra del teschio c’è un foro perfettamente rotondo. Stranamente non ci sono linee radiali attorno al foro o altri segni che indichino sia stato prodotto da un’arma, una freccia o una lancia. Nella parete opposta al foro, il teschio è spaccato e la ricostruzione dei frammenti mostra che il reperto è stato rotto dall’interno verso ...continua

18/4/2010


 Gobekli Tepe, il sito archeologico che non dovrebbe esistere, ha almeno 12.000 anni



Gobekli Tepe è un sito archeologico presso la città di Şanlıurfa nell'odierna Turchia, presso il confine con la Siria, risalente all'inizio del Neolitico, (Neolitico preceramico A) o alla fine del Mesolitico. Vi è stato rinvenuto il più antico esempio di tempio in pietra, la cui erezione dovette interessare centinaia di uomini nell'arco di tre o cinque secoli. Il sito si trova su una collina artificiale alta circa 15 m e con un diametro di circa 300 m, situata sul punto più ...continua

18/4/2010


 Su Google Earth appaiono le rovine di Atlantide



IAN PAUL - PC World Trentacinque anni di studio sulla coscienza non locale mi hanno convinto del fatto che la formulazione originaria di Atlantide, com’è presente nel “Timeo e Crizia”di Platone, sia e sia sempre stata, in sostanza, un mito precognitivo qualsiasi, e quindi forse legato alla catastrofe storica di Santorini. Ci sono sicuramente culture maggiori ancora sconosciute e molte città che furono distrutte dalle catastrofi naturali. Ma la realtà di Atlantide come cultura del passato ...continua

18/4/2010


 Addio alla datazione al carbonio. Al via la datazione al plasma



Il metodo è una variante della tecnica al radiocarbonio che non richiede il prelievo di alcun campione. Potrà essere applicato a reperti finora negati all’analisi Gli scienziati della Texas A&M University hanno sviluppato un nuovo metodo per determinare l’età di mummie, opere d’arte antiche e altri reperti senza la necessità di alterarli o danneggiarli. La tecnica è stata presentata al meeting nazionale della American Chemical Society e, secondo i ricercatori, consentirà di stabilire l'età ...continua

26/3/2010


 Nonna Ardi e gli altri bipedi



Dopo 15 anni di studi, Science pubblica undici articoli che rappresentano l’analisi completa dei fossili di Ardipithecus ramidus, un ominide di 4,4 milioni di anni. Ecco le sorprese Undici articoli su "Nonna Ardi". Ovvero la prima descrizione completa di uno scheletro parziale di una femmina attribuita alla specie Ardipithecus ramidus, un ominide di ben 4,4 milioni di anni. La presenta la rivista Science, con uno speciale che raccoglie i risultati di 15 anni di studi sul reperto ...continua

3/10/2009


 Le piramidi? Strumenti musicali. Così i Maya invocavano gli dei



In Messico, i gradini venivano costruiti in modo da riprodurre il rumore ritmico delle gocce di pioggia: era un modo per sollecitare l'intervento del dio Chaac in tempi di siccità Dalla leggendaria torre di Babele ai grattacieli di New York, tutto ciò che l'uomo costruisce in verticale rappresenta una sfida. Per i Maya del 1800 a. C. l'obiettivo era riuscire a comunicare con dio, ed è per questo che hanno costruito le loro incredibili piramidi. Secondo una ricerca internazionale pubblicata ...continua

24/9/2009


 Le profezie della Pizia di Delfi non erano effetto dell'etilene



Le sacerdotesse del più famoso oracolo dell’antichità sarebbero state influenzate dalle emissioni tossiche di anidride carbonica e metano provenienti dal terreno Qual era il gas che faceva cadere in trance i sacerdoti dell'Oracolo di Delfi? Un gruppo di ricercatori dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) ha risposto a questa domanda sull'ultimo numero di "Geology". L'Oracolo di Delfi era uno dei maggiori centri religiosi dell'antichità classica e costituiva la meta di ...continua

13/12/2006


 Alla ricerca del tempo perduto: decifrato il meccanismo della macchina di Antikythera



Passeggiando tra le sale del Museo Nazionale di Atene, tra la Maschera di Agamennone e gli affreschi di Akrotiri, quel oggetto ricoperto di concrezioni conservato in una teca di perspex quasi passa inosservato. Dopo più di 2000 anni passati nella profondità del mare Egeo, i frammenti metallici sono ricoperti di ossidi bluastri che ne rivelano la composizione bronzea. Tuttavia, ad un esame più ravvicinato, la raffinatezza dei dettagli meccanici diventa subito evidente. Si tratta della ...continua

14/12/2006


 Trovato fossile di rettile alato di 100 milioni di anni



Studiato da un paleontologo italiano, l'esemplare ritrovato in Amazzonia aveva una grande cresta sopra una grande testa di quasi un metro e mezzo di larghezza. Aveva una cresta da gallo e una grande mandibola per catturare pesci e altre prede. Era un po' rettile e molto uccello: visse circa 110 milioni di anni fa, quando il mondo era dei dinosauri, dove oggi c'è l'Amazzonia. Il suo fossile è stato studiato da un paleontologo italiano del Museo di Monfalcone. Ottimamente conservato, ...continua

15/12/2006


 Scoperto un cratere fossile di pipì di dinosauro



Sembra accertato che un sauropodo che emetteva 200 litri di urina da circa due metri di altezza poteva provocare un 'cratere' di circa tre metri per 1,5 e con una profondità di 30 centimetri. Per la prima volta, è stata scoperta una traccia fossile di un piccolo 'cratere' prodotto nel terreno da un dinosauro che si liberava della sua urina. Parlare di 'cratere' potrebbe sembrare eccessivo, ma non lo è se si pensa che un sauropodo che liberava la vescica faceva cadere a terra da una discreta ...continua

15/12/2006


 Archeoradar, come guardare nel sottosuolo in 3D



Un sistema progettato per individuare antichità sepolte, che può essere utilizzato anche in caso di calamità naturali E' nato Archeoradar, il primo sistema di lettura tridimensionale del terreno a diverse profondità, che riduce i costi dei rilevamenti e dei lavori di scavo. Concepito per l'archeologia, può diventare anche un indispensabile strumento di indagine sulle strutture murarie in caso di calamità naturali, come terremoti o alluvioni. Il progetto è stato realizzato dalla ...continua

17/6/2006


 Non del diavolo ma di Homo Erectus le orme sulla lava vulcanica



Le orme lasciate tra i 385.000 e i 325.000 anni fa sulle pendici del vulcano Roccamonfina, presso Caserta, possono essere considerate le più antiche tracce umane conosciute a livello globale Chi può camminare sulla lava ardente senza bruciarsi? Solo il diavolo, naturalmente! Così gli abitanti del comune di Tora e Piccilli, in provincia di Caserta, da tempo immemorabile, hanno spiegato le strane impronte impresse su un pendio di roccia vulcanica in località Foresta. Nella primavera del 2002, ...continua

17/12/2006


 Scoperta in Cina una scrittura di 8.600 anni fa in tombe neolitiche, provenienti dalla Mesopotamia



Il ritrovamento di una serie di segni in tombe dell'età neolitica farebbero retrodatare di oltre tre millenni le prime forme di scrittura rispetto a quelle della Mesopotamia Segni incisi nel carapace di tartarughe risalenti ad 8.600 anni fa potrebbero essere la scrittura più vecchia del mondo, secondo gli archeologi che li hanno ritrovati, nella Cina occidentale. Questi simboli precederebbero di quasi 3.000 anni i più antichi esempi di scrittura finora conosciuti, provenienti dalla ...continua

17/12/2006


 L'uomo di Neanderthal e l'homo sapiens non sono parenti



Lo sostiene uno studio di ricercatori dell'Università di Ferrara secondo il quale le due specie sono rimaste sempre distinte Il test del Dna per l'uomo di Neanderthal e alcuni esemplari di Homo sapiens dimostra che i due gruppi, pur avendo abitato insieme in Europa, non si incrociarono tra loro, rimanendo sempre due specie distinte, fino a che Neanderthal, perdendo la battaglia evolutiva con Sapiens, si estinse. E' quanto affermano ricercatori italiani dell'università di Ferrara, guidati ...continua

17/12/2006


 Cade un muro della paleontologia: le scimmie appartengono al genere homo



La separazione tra scimpanzè, gorilla e uomo nell'albero evolutivo è molto più tenue di quanto si riteneva e anche altri primati sono abbastanza vicini A un secolo e mezzo dalle teorie di Darwin cade l'ultimo steccato tra scimmie e uomo: finora tradizionalmente separati nell'albero evolutivo, scimpanzé, gorilla e uomini potrebbero invece appartenere tutti insieme al genere Homo. Lo dimostrano i dati pubblicati sulla rivista dell'Accademia americana delle scienze, Pnas. Secondo lo stesso ...continua

17/12/2006


 Scoperti in Russia manufatti tecnologici di 100 mila anni fa



Secondo una ricercatrice russa potrebbero essere oggetti prodotti da una civiltà avanzata poi scomparsa nei secoli Manufatti miniaturizzati di tungsteno - un metallo che in natura si trova solo allo stato di composto -, rinvenuti anni addietro in Russia, sarebbero il frutto di una civiltà sconosciuta tecnologicamente avanzata risalente a oltre 100 mila anni fa, secondo una scienziata russa citata dal quotidiano Komsomolskaia Pravda. Decine di minuscoli manufatti a spirale di tungsteno (o ...continua

17/12/2006


 Goya, il topo gigante da sette quintali



L'aninale era erbivoro e, nonostante la notevole mole, innocuo. Visse tra sei e otto milioni di anni fa nelle foreste del Sud America A leggerne la descrizione fatta dalla rivista americana Science, che ne pubblica anche una ipotetica immagine a colori (nella foto), Goya era un animale da incubo, degno dei più spaventosi film di fantascienza o di serie B degli anni Settanta. In realtà Goya, che sembra quasi essere fuggito dal set del film Jurassic Park, anche se impressionante, era innocuo ...continua

17/12/2006


 I funghi furono un tempo 'padroni' della Terra



All'epoca delle grandi estinzioni, furono i soli a sopravvivere in un mondo senza luce dal momento che non utilizzano la fotosintesi La catastrofe che 65 milioni di anni fa provocò l'estinzione dei dinosauri ebbe effetti drammatici anche sulla flora tanto che, uno studio pubblicato su Science, i funghi furono per un certo periodo gli unici esseri del mondo vegetale in grado di sopravvivere in un mondo immerso nel buio. I paleontologi Vivi Vajda, dell'università svedese di Lund, e Stephen ...continua

17/12/2006


 Scoperto un fossile di pesce con delle membra embrionali



Vissuto 365 milioni di anni fa, quando la Terra era deserta, rappresenta un passo importantissimo nella dimostraziuone delle teoria dell'evoluzione Scienziati americani hanno annunciato la scoperta del fossile di un pesce vissuto in Pennsylvania 365 milioni di anni fa dotato di una forma embrionale di membra. Il pesce è considerato una tappa importante nel processo di evoluzione che portò alcune specie ad abbandonare le acque per adattarsi alla vita sulla terraferma. Il fossile del pesce ...continua

17/9/2009


 Così rinasce il pensiero di Archimede



Un istituto del Consiglio Nazionale delle Ricerche tenterà di far riaffiorare un manoscritto con un testo di Archimede attraverso il restauro virtuale dell'antico testo Così rinasce Archimede. Teorie e trattati dello scienziato siracusano sono conservati in deboli tracce in un manoscritto palinsesto del X secolo d.C. Come si può leggere un testo cancellato? Se poi l'autore di questo testo è Archimede, l'impresa diventa degna del grande scienziato siracusano, morto nel 212 a.C. E' quanto ...continua

17/12/2006


 Il computer più antico? Risale all'antica Grecia ad Antikythera



a cura di Nicola Nosengo Su gentile concessione di GalileoNet.it Più lo studiano, più sorprende. Il protagonista del numero di questa settimana di Nature è uno dei più famosi e studiati reperti archeologici, che rappresenta da anni un vero e proprio rompicapo per la storia della scienza e dela tecnologia. Si tratta del meccanismo di Antikythera, una raccolta di frammenti di bronzo ripescati nel 1900 da un gruppo di pescatori di spugne in un relitto (datato attorno al 65 a.C.) vicino ...continua

21/12/2006


 Out of Africa, e ritorno, il viaggio della migrazione dell'Homo sapiens sapiens



Dall'Africa al resto del mondo, e ritorno. Grazie a uno studio sul Dna mitocondrialie pubblicato su Science, un gruppo di ricercatori del laboratorio di genetica umana di Pavia ha ricostruito le tappe del lungo viaggio dell'uomo moderno (Homo sapiens sapiens) partito 70.000 anni fa dalle regioni del corno d'Africa alla volta dell'Asia e dell'Europa. Il sequenziamento completo del Dna mitocondriale (mtDna) di 81 individui e le mutazioni riscontrate in due particolari rami dell'albero evolutivo ...continua

21/12/2006


 Piccola Lucy, la bambina trovata a Dikika in Etiopia, il reperto archeologico umano più antico trovato finora



Località Dikika in Etiopia, tre anni di campagne di scavo, dal 2000 al 2003: vengono fuori buona parte del cranio, la mandibola completa di denti, parte del cinto scapolare, la colonna vertebrale, le costole, parte del braccio compresa la mano, le gambe e il piede sinistro. Poi ci sono voluti altri cinque anni per pulire il fossile ed effettuare le analisi: è una femmina (probabilmente) e ha 3,3 milioni di anni. Soprattutto, è il fossile di Australopitecus afarensis più giovane che sia stato ...continua

21/12/2006


 Cascajal block, la roccia che contiene il più antico sistema di scrittura americano



Una pietra ritrovata a Veracruz, in Messico, contiene la traccia del più antico sistema di scrittura del continente americano. La notizia, pubblicata su Science da un gruppo internazionale di ricercatori, riporta la scoperta di un blocco in serpentino datato prima del 1.000 a.C., ossia oltre 400 anni prima della nascita di ogni altro sistema di scrittura nel Nuovo Mondo. La scritta e le caratteristiche della pietra riconducono alla più antica civiltà centroamericana, gli Olmechi, già autori ...continua

21/12/2006


 Microraptor gui, il biplano preistorico



Alcuni dinosauri usavano un sistema aerodinamico analogo a quello degli aerei biplani della Prima guerra mondiale. È il risultato di uno studio di alcuni paleontologi della Texas Tech University USA e pubblicato sui Proceedings of the National Academy of Sciences. Il Microraptor gui,questo il nome del piccolo dinosauro lungo meno di un metro, dotato di quattro ali piumate, avrebbe avuto la stessa struttura aereodinamica di un biplano ad ali accoppiate. Resta tuttora l'unico volatila ad ...continua

29/1/2007


 Scienze matematiche avanzate trovate nei decori medioevali



Gli architetti islamici del periodo medievale usavano decorare pavimenti e pareti con elaborate geometrie la cui definizione matematica è stata sviluppata daglii scienziati occidentali appena 500 anni dopo Il motivo geometrico, chiamato “œgirihâ”, veniva largamente usato per decorare gli edifici arabi. I sofisticati concetti matematici contenuti nella struttura, tuttavia, non sono stati fino a oggi identificati. Il matematico Peter Lu, dell'Univeristà di Harvard a Cambridge, Massachusetts, ...continua

13/4/2007


 Il più antico pezzo di crosta terrestre



Antichissimi frammenti di ofiolite suggeriscono che il processo tettonico è durato almeno 1 miliardi di anni in più di quanto calcolato finora In Groenlandia è stato scoperto il più antico pezzo di crosta terrestre risalente almeno a 3,8 miliardi di anni fa. Si tratta di ofiolite, una formazone rocciosa che rappresenta una testimonianza dei movimenti tettonici e fornisce una conferma che la deriva dei continenti è durata almeno un miliardo di anni di più di quanto si pensasse ("Science", vol ...continua

1/5/2007


 La più grande foresta fossile della terra



Alcuni ricercatori hanno scoperto una foresta pluviale di 300 milioni di anni fa, sepolta sottoterra in una miniera di carbone nell’Illinois, negli Stati Uniti. E’, fino ad ora, la più grande foresta di questo tipo che è stata mai ritrovata e dà una visione senza precedenti sull’ecologia di una delle prime foreste tropicali del mondo. I paleobiologi del National Museum of Natural History (NMNH) di Washington DC, negli Stati Uniti e dell’Università di Bristol, in Gran Bretagna, hanno trovato ...continua

4/6/2006


 Dinosauri erano più antchi di quanto si pensasse



Scienziati tedeschi scoprono tracce di oltre 250 milioni di anni BERLINO, 21 AGO - I dinosauri sono molto piu' vecchi di quanto si pensasse: ne e' convinto un gruppo di paleontologi della Sassonia-Anhalt. Secondo quanto riporta il quotidiano regionale Mitteldeutsche Zeitung, i paleontologi hanno scoperto in una cava di calcare della regione i resti di un dinosauro esistito oltre 250 milioni di anni fa, vale a dire 15 milioni di anni prima di qualsiasi altro suo consimile conosciuto finora. ...continua

22/8/2008


 Trovato l'anello mancante dell'evoluzione: un Adapide di oltre 37 milioni di anni fa



LONDRA (10 maggio) - La Bbc ha preparato uno straordinario documentario, presentato da David Attenborough, in cui rivelerà la scoperta di uno scheletro fossilizzato che rappresenterebbe l'anello mancante dell'evoluzione umana. Secondo il Mail on Sunday il documentario è top secret, ma fonti negli Usa dicono che la rivoluzionaria scoperta verrà presentata il prossimo 19 maggio da un gruppo di scienziati e documentaristi a New York. In quell'occasione verrà presentato il primo scheletro intero ...continua

6/9/2009


 

RSS Reader offre agli utenti proprietari di siti web uno strumento utile per poter inserire sul proprio sito rss pubblicati liberamente sul web.

Decliniamo ogni responsabilità per un eventuale uso illecito di questo  servizio.

In generale per evitare ogni disguido consigliamo a tutti gli utilizzatori di questo servizio di chiedere formalmente a coloro che offrono le informazioni via rss il consenso per poter estrapolare le notizie sul proprio spazio web.

per ottenere RSS READER clicca qui

 






 

® Copyright 2005 - 2017 - SITO MBGraphicsFilms